Il Gallo
https://www.ilgallo.it
Il Gallo

  • Surano: colpo al Gulliver
    Thu, 25 Feb 2021 18:26:12

    Colpo gobbo al centro commerciale Gulliver di Surano.

    Nella notte scorsa i malviventi hanno forzato una porta di ingresso si sono intrufolati nel centro commerciale e sono fuggiti con l’incasso del negozio di bricolage e una cassaforte della Oviesse, smontata con la flessibile.

    I ladri hanno praticato un foro sul muro interno penetrando nei locali di vendita della Brigros, impossessandosi di vario materiale riposto sugli scaffali in esposizione e del contenuto delle casseforti, sottratte mediante taglio della blindatura.

    Non contenti dopo aver praticato ulteriore foro sul muro di confine con l’Oviesse impossessandosi  di 13.500 euro custoditi interno di una cassaforte forzata mediante taglio della blindatura.

    Indagano i carabinieri.

    The post Surano: colpo al Gulliver first appeared on Il Gallo.
  • Nuove forme della divulgazione… l’eredità di Massimo Cannoletta
    Thu, 25 Feb 2021 16:40:20

    Nuove forme della divulgazione. Il valore strategico della conoscenza per la cittadinanza” è il seminario online in programma all’Università del Salento domano (venerdì 26 febbraio) alle ore 10, ospite il divulgatore Massimo Cannoletta (Per seguire il seminario in diretta cliccare QUI).

    Laureato in Scienze politiche, Cannoletta lavora da anni nel campo della divulgazione e ha compiuto due volte il giro del mondo raccontando storia, arte e viaggi. Dopo aver partecipato con successo al quiz televisivo “L’Eredità”, oggi collabora con “Focus Storia”, “Focus Domande & Risposte” e “Gente” e con Rai Uno nel programma “Oggi è un altro giorno”.

    Nel corso del webinar, con Cannoletta, dialogheranno il Direttore di Focus, Raffaele Leone, e i docenti UniSalento Marcello Aprile (linguista), Manuela De Giorgi (storica dell’arte) e Andrea Ventura (fisico); introduzione a cura del Rettore Fabio Pollice; modererà il Delegato alla Comunicazione, Stefano Cristante.

    Il divulgatore, intanto, sta realizzando tre video su altrettanti Musei UniSalento.

    È già online quello sul Museo Papirologico.

    The post Nuove forme della divulgazione… l’eredità di Massimo Cannoletta first appeared on Il Gallo.
  • Nardò: bimbo ritrova antichi cocci in riva al mare
    Thu, 25 Feb 2021 16:21:41

    Durante una passeggiata al mare con la sua famiglia, qualche giorno fa, il piccolo Alberto, 9 anni, di Nardò, si è imbattuto in alcuni cocci con su incise delle lettere.

    Reduce da una recente visita al museo del mare e a quello della preistoria ha pensato potessero essere dei reperti e per questo li ha consegnati al comandante della stazione dei carabinieri del suo paese affinché gli esperti possano esprimersi sul loro valore e metterli eventualmente a disposizione della comunità.

    Per questo suo getto il comandante Vito De Giorgi, ha voluto premiare il piccolo Alberto regalandogli un calendario dei carabinieri.

    The post Nardò: bimbo ritrova antichi cocci in riva al mare first appeared on Il Gallo.
  • Sono 1.154 i nuovi positivi in tutta la regione, 99 in provincia
    Thu, 25 Feb 2021 15:57:04

    Risale oltre il muro dei mille il numero dei contagiati in Puglia riportati dal quotidiano bollettino regionale.

    Oggi infatti vengono denunciati 1.154 casi positivi, di cui 99 (stesso numero di ieri) in provincia di Lecce.

    Il totale dei test registrati è di 10.256 test questo vuol dire che il tasso di positività si attesta sull’11,25%.

    Ancora tristemente corposo il numero dei decessi: sono 27 in tutta la Puglia, 6 solo in provincia di Lecce.

    IL RIEPILOGO

    Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.532.395 test.

    107.933 sono i pazienti guariti.

    31.972  sono i casi attualmente positivi.

    Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 143.770, di cui 12.222 nella provincia di Lecce.

    I VACCINI

    Fermo restando l’indice di contagio ad 1,2 in attesa del nuovo riscontro si sabato prossimo, alla Puglia sono stati  consegnati 301.515 vaccini e ne sono state somministrati 214.635 pari al 71,2% del totale di dosi vaccinali ricevute.

    IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 25 FEBBRAIO 2021

    The post Sono 1.154 i nuovi positivi in tutta la regione, 99 in provincia first appeared on Il Gallo.
  • Aeronautica: due giorni di esercitazioni nei nostri cieli
    Thu, 25 Feb 2021 13:58:40

    Oggi e domani 25 febbraio, giornalmente dalle ore 18.00 alle ore 22.00 locali, si svolgerà sull’Italia meridionale l’esercitazione militare Composite Air Operation “COMAO 21-02“ (desk a fine articolo). Per le attività saranno utilizzate le aree già pubblicate sullo Ionio, l’area ad hoc “Maxim” da FL100 a FL190 sul golfo di Taranto e l’area per il rifornimento in volo “AAR-001” da FL140 a FL190. Verranno inoltre istituiti dei corridoi di transito “Brown” e “Charlie” tra Amendola e le aree sullo Ionio da FL190 a FL240, il “TC-Sila-3bis” per raggiungere l’area “Maxim” e il corridoio “Foxy” da FL140 a FL190 per raggiungere l’AAR-001.

    La reale attivazione delle aree sarà effettuata su base tattica dai relativi enti ATS. Ai traffici non partecipanti si ricorda di evitare le aree regolate e segregate e di prestare adeguata attenzione alle restanti.

    The post Aeronautica: due giorni di esercitazioni nei nostri cieli first appeared on Il Gallo.
  • Lotta alle reti fantasma, Castro ripulisce il mare
    Thu, 25 Feb 2021 11:30:17

    La “Perla del Salento” in azione per contrastare il fenomeno dell’inquinamento delle reti da pesca in mare.

    Grazie al progetto Adrinet, che coinvolge Italia, Albania e Montenegro, una squadra di sub sta rimuovendo dai fondali chili di reti che rischiano di compromettere l’ecosistema marino.

    Le reti fantasma sono uno dei problemi più importanti dei nostri mari.

    Lo svelano i numeri della Commissione europea: 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono nel mare ogni anno e la maggior parte sono reti perse dai pescatori.

    Il loro tempo di decomposizione è di 600 anni, un tempo lunghissimo.

    Il progetto Adrinet nasce nel 2018 come iniziativa di cooperazione tra Italia, Albania e Montenegro per tutelare la biodiversità del comune tratto di mare ma non solo. C’era infatti alla base anche l’idea di lasciare in eredità una conoscenza dei programmi di gestione della pesca a due paesi che sono candidati ufficiali a entrare nell’Unione e che un giorno potrebbero dover rispettare le regole del sistema comunitario.

    Nel progetto sono coinvolte l’Università di Bari, l’università agricola di Tirana e l’Università del Montenegro insieme ad alcune municipalità, scelte tra quelle dotate di una Marina sviluppata e interessate a uno sviluppo turistico sostenibile. Perciò sono stati coinvolti il Comune di Castro, nel Salento, la regione di Vlora, in Albania e il Comune di Castelnuovo (Herceg-Novi) in Montenegro.

    Due anni di lavoro che hanno visto il coinvolgimento attivo dei pescatori i quali hanno partecipato ad un corso di formazione, alle operazioni di recupero indicando i punti in cui hanno smarrito le reti, ricevendo in dono dei microchip da applicare sulle reti per monitorarne la localizzazione in caso di smarrimento.

    «Questa iniziativa», dichiara il vice sindaco di Castro Alberto Antonio Capraro, «è di straordinario impatto sociale e ambientale. Con questo recupero daremo respiro ai fondali e sensibilizzeremo pescatori e cittadinanza al rispetto della natura e del nostro amato mare».

    The post Lotta alle reti fantasma, Castro ripulisce il mare first appeared on Il Gallo.
  • La costellazione dell’Entroterra Idruntino
    Thu, 25 Feb 2021 11:15:55

    Il nuovo logo è caratterizzato da una costellazione tracciata dai comuni che costituiscono l’unione Entroterra Idruntino. Una linea che collega come un filo di Arianna i differenti comuni sul territorio  creando una costellazione. Il percorso che li collega genera un disegno unico ed irripetibile e definisce il territorio in maniera inequivocabile.

    Una nuova carta d’identità dell’Unione Entroterra Idruntino in linea con le esigenze contemporanee ed un’occasione per rifare il look, necessaria dopo l’ingresso di Maglie in aggiunta a Bagnolo del Salento, Cannole, Cursi e Palmariggi, originari dell’Unione dei Comuni.

    Un marchio riconoscibile, una linea essenziale ed efficace, frutto di ricerca e di attenzione ai dettagli ed ai valori che rappresentano i cinque comuni, fortemente radicati nel territorio dal tratto distintivo ed unico.

    Un’idea attraente facilmente identificativa che anche nei colori sintetizza e racconta la storia, l’arte, la natura, il paesaggio, la territorialità e la vera essenza dei cinque Comuni nel cuore del Salento.

    Il logo è stato sviluppato partendo dallo studio della disposizione dei Comuni sul territorio salentino, che a livello grafico definisce «una costellazione unica ed irripetibile, come esclusiva ed irripetibile è l’Unione dei Comuni Entroterra Idruntino».

    In questa costellazione le particolarità di ogni singolo Comune si annullano per dare vita ad una nuova identità, la costellazione. Essa è inserita all’interno di uno scudo leggero privo di corona, definito dai colori identitari che richiamano gli stemmi dei singoli Comuni.

    Il logo è la sintesi e la filosofia dei cinque comuni nel cuore della provincia di Lecce e dell’entroterra di Otranto a cui deve il nome proprio per la vicinanza alla costa idruntina.

    Ad ideare il marchio è stato Luigi Partipilo, art director & designer, fondatore di Freejungle, magliese, figlio di questa terra, che lavora da dieci anni nella consulenza strategica di brand. Si occupa di design ed insieme ai colleghi di Freejungle supporta le aziende nella definizione della propria identità e a comunicarla.

    «Realizzare questo logo», spiega emozionato Partipilo, «è stato prima di tutto un onore, sia per me che per i miei colleghi perché siamo cittadini di Maglie e di questo territorio. Mi piace definirmi un sognatore che ama aiutare gli altri a realizzare i propri sogni e sono contento di concorrere con la nostra professionalità al miglioramento dell’immagine dell’unione dei nostri Comuni. È  stata un’esperienza  meravigliosa dare il nostro contributo per la crescita della nostra comunità. Lo abbiamo fatto con le caratteristiche identitarie per le quali il nostro studio è conosciuto in Italia e nel mondo, ovvero creatività estrema applicata al rispetto dei valori del brand che curiamo».

    La Freejungle è ideatrice di diverse campagne internazionali di marketing e di comunicazione nei settori dell’arte, della ristorazione, dell’ingegneria, dell’abbigliamento ed in molti altri settori strategici.

    «Abbiamo deciso di rifare il logo», spiega il presidente dell’Unione Antonio Melcore, «perché con l’incremento del numero dei componenti dell’Unione il vecchio non era più rappresentativo. Il logo scelto è semplice ed efficace, si legge in bianco e nero e a colori,  questi ultimi riprendono e rappresentano anche il nostro paesaggio. La costellazione identifica il territorio, la vicinanza e la connessione tra i vari comuni, è molto intuitivo e siamo contenti che a realizzarlo sia stato un artista e designer, figlio della nostra terra, conosciuto anche all’estero. Ci auguriamo che il nuovo logo possa essere un veicolo riconoscibile ed importante per la promozione dei territori che compongono l’Unione Entroterra Idruntino».

    The post La costellazione dell’Entroterra Idruntino first appeared on Il Gallo.
  • Storie e Figuri del Salento
    Thu, 25 Feb 2021 10:51:22

    Arriva sugli scaffali delle librerie il volume “Storie e Figuri del Salento”, a cura di Fabrizio Licchetta e edito da Eleusi APS  e dall’Associazione “Uomini Liberi per un Paese Migliore“.

    Il libro è un’antologia di racconti scritti da autori (professionisti e non) sapientemente coordinati dall’avvocato salentino direttore editoriale de “La Libertà del Salento”, che nel 2008 curò il testo “Racconti Corsanesi”.

    In questa fatica editoriale scorrono racconti tratti da fatti realmente accaduti e altri di creazione originale ma tutti con denominatore comune il Salento.

    Gli autori che hanno collaborato al progetto sono Pierdomenico Bortune, Leo Brogna, Giovanni U. Cavallera, Concettina Chiarello, Donato Chiarello, Francesco Chiarello, Mauro Ciardo, Giancarlo Colella, Antonio Coppola, Oscar W. Drago, Chiara Fracasso, Giuseppe Grecuccio, Paolo Lazzari, Fabrizio Licchetta, Carlo Longo, Michele Macrì, Matteo Maglie, Paolo Mastrocinque, Manuela Marzo, Luigi Musolino, Antonio Negro, Cosimo Negro, Costantino Nuzzo, Giovanni Nuzzo, Stefano Ria, Gianfranco Riso, Mario Serafini, Francesca Sergi e il vignettista Enzo Ferramosca.

    A corredo dell’opera tante foto storiche di varie località della penisola salentina e una poesia di Francesco Aresti.

    La copertina è curata da Alessandro Licchetta a cui si deve anche la collaborazione all’editing.

    The post Storie e Figuri del Salento first appeared on Il Gallo.
  • Sono abile&desiderabile
    Thu, 25 Feb 2021 10:24:16

    Si è tenuta online l’inaugurazione dell’Associazione salentina “Vieni al punto!”.

    Gli obiettivi che si propone sono quelli di supportare i giovani, in particolare quelli con disabilità e con svantaggio sociale, nel raggiungere il maggior livello di autonomia e consapevolezza possibile nella sfera della sessualità, genitorialità e della socializzazione attraverso giochi, incontri tematici, aperitivi e consulenze a domicilio da parte dei professionisti.

    Vieni al punto è stata ideata ed è presieduta da Serena Grasso con la collaborazione di Azzurra Carrozzo (psicosessuologa), Tamara Pentassuglia (psicologa), Simone Placì ed Elisa Perrone (terapisti occupazionali). In occasione della presentazione si è svolta la premiazione del Contest “Sono abile&desiderabile“.

    Tra i premi, un libro erotico, un gioco di società e un reggi carte per chi ha difficoltà a reggerle con le mani.

    La presidente di “Vieni al Punto”, Serena Grasso

    Il popolo dei social ha premiato con il maggior numero di Like: Riccardo Cesano di Lecce nella sezione Mister; Valentina De Palo di Ruvo di Puglia nella sezione Miss; Daniele Grasso di Milano referente del gruppo Kiss.

    La giuria tecnica composta da Azzurra Carrozzo, Tamara Pentassuglia e Simone Placì  ha  poi sottoposto i vincitori ad un gioco quiz sulle tematiche sessualità, autonomia e socializzazione. Attraverso il gioco e il talk online che ci si è confrontati senza tabù, pregiudizi e stereotipi.

    La serata è stata condotta dalla presidente dell’Associazione Serena Grasso che sottolinea come “Vieni al Punto”, attraverso le donazioni delle persone, delle aziende e degli Enti, «vuole regalare ai giovani con disabilità e svantaggio sociale la libertà della partecipazione, del piacere sessuale, della socializzazione e di vivere con il maggior livello di felicità, consapevolezza, autonomia e indipendenza possibile». Perché «da soli si va veloci, insieme si va lontano!».

    The post Sono abile&desiderabile first appeared on Il Gallo.
  • Prove di sintonia per i radioamatori salentini
    Thu, 25 Feb 2021 10:02:41

    Importante iniziativa, questa sera, per la Sezione di Lecce dell’A.R.I. – Associazione Radioamatori Italiani: la macchina organizzativa del sodalizio salentino sarà impegnata, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, nell’importante attività denominata “Prove di Sintonia” (utilizzando la banda HF – 80 metri –, per le grandi distanze) che, in buona sostanza, consta di una vera e propria esercitazione, con cadenza mensile atta a testare l’efficienza dei contatti radio di quella che è la “Rete Radiocomunicazioni Alternative di Emergenza delle Prefetture”.

    Questa Rete ha lo scopo, in caso di necessità , di mettere rapidamente in comunicazione il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale e le Navi della Marina Militare “Cavour C550” o “Carabiniere – F593” con le Prefetture di tutte le Provincie e, queste ultime (in banda VHF), con le strutture locali di Protezione Civile di tutti i comuni del proprio territorio.

    Il presidente di Ari Lecce, Icilio Carlino

    «A.R.I. Lecce», spiega il presidente Icilio Carlino, «ha sempre partecipato alle ‘Prove di Sintonia’ ma è la prima volta che testeremo la ‘sotto-rete’ di collegamento (VHF) tra Lecce e diversi altri Comuni. Renderci utili e, allo stesso tempo fare qualcosa di importante per il nostro territorio, è per tutti noi motivo di grande orgoglio. Ci tengo a sottolineare che quella del volontariato di Protezione Civile, per noi radioamatori, è una una vera e propria mission».

    Nel dettaglio il programma prevede alle ore 19, le “Prove di Sintonia” nazionali in HF e, a seguire (presumibilmente attorno alle ore 19:30) quelle “locali” ascoltabili, per chi dispone di un ricevitore in banda VHF, sulla frequenza 145.750 Mhz del Ponte Ripetitore di proprietà di A.R.I. Lecce denominato “R6” ed ubicato a Parabita.

    La stazione “Capo Maglia” sarà ubicata a Nardò e verrà “operata” da IZ7HZU Vito Zacchino, IK7YTQ Luigi Liguori e IZ7CDE Marco Fiore, IU7IHG Pietro Paolo Margheriti .

    Nardò chiamerà le stazioni radio (che accuseranno il rapporto di ascolto) presenti sul territorio in quest’ordine: 

    • Carmiano IK7IMP Icilio Carlino                
    • Surbo
    • Tricase IW7DAX, Gianluca Eremita
    • Alessano IU7NMM, Paolo Morciano
    • Taurisano – IZ7LOW Roberto Pepe c/o Protezione Civile di Taurisano “Falchi del Salento”
    • Supersano IU7IRG Fernando Negro per Protezione Civile Salento
    • Cellino San Marco (Brindisi) IZ7UIU, Luigi Bardi si collegherà dalla sede del gruppo comunale di protezione civile. 

    All’iniziativa interverranno anche Federico Salvatore, Questore del Commissariato di Polizia di Taurisano, il sindaco di Nardò, Pippi Mellone, il sindaco di Cellino San Marco (Brindisi), Salvatore De Luca ed il presidente dell’Associazione di Volontariato per la Protezione Civile “Carmiano”, Fabrizio Sollazzo.

    Proprio con quest’associazione, nei giorni scorsi, A.R.I. Lecce ha sottoscritto un protocollo d’intesa che ha sancito un  rapporto di collaborazione che prevede, tra l’altro, la possibilità per i radioamatori salentini di “appoggiarsi” presso la struttura di Carmiano.

    “RETE RADIOCOMUNICAZIONI ALTERNATIVE DI EMERGENZA DELLE PREFETTURE”: COME È NATA E COME FUNZIONA

    La nascita della “Rete Radiocomunicazioni Alternative di Emergenza delle Prefetture” avviene nel 1985 e si deve a colui che viene riconosciuto essere il “padre” della Protezione Civile italiana: il Ministro Giuseppe Zamberletti, anch’egli radioamatore con nominativo I2ZME.

    L’idea di Zamberletti, fin dalla fine degli anni ’70, era quella di adoperarsi affinché la Protezione Civile fosse parte attiva per gli aiuti alle popolazioni in caso di necessità e, soprattutto, in caso di emergenza.

    Fu così che Zamberletti ebbe l’intuizione di istituire nel 1982, presso il Consiglio dei Ministri, di quella che oggi tutti conosciamo come “Protezione Civile” e di cui egli prese subito le redini.

    In particolare per quanto concerne le Stazioni Radioamatoriali presso le Prefetture, con l’ordinanza del 7 marzo 1985 n.782, l’allora Ministro della Protezione civile Zamberletti dispose che:

    • tutte le Prefetture della Repubblica italiana;
    • il Ministero dell’ Interno;
    • il Dipartimento della Protezione civile;

    fossero dotate di una stazione radio HF-VHF “Radioamatoriale” completamente gestita dai volontari dell’A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani).

    Queste stazioni radio, possono essere usate come mezzo di comunicazione alternativo nei casi di:

    1. grossa calamità;
    2. black-out parziale o totale dei sistemi di comunicazione convenzionali;
    3. particolari condizioni di emergenza, anche relativamente al territorio di competenza delle singole Prefetture.

    Attivabili in brevissimo tempo per 365 giorni l’anno, possono garantire collegamenti nel territorio italiano:

    • breve raggio nelle bande VHF e UHF, anche tramite ripetitori radio;
    • medio/lungo raggio in banda HF.

    I Radioamatori volontari dell’A.R.I. Gestiscono le stazioni radio installate presso:

    • le Prefetture italiane;
    • le isole minori della Sardegna (S.Pietro, S.Antioco e La Maddalena);
    • le isole napoletane (Capri e Ischia);
    • l’isola di Capraia nell’arcipelago toscano;

    La Rete si avvale di tre “Stazioni Capomaglia” dislocati sul territorio nazionale:

    1. Varese – Nord Italia
    2. Siena – Centro Italia
    3. Reggio – Calabria Sud Italia

    Sin dal 1985 si effettuano ogni mese (solitamente la sera dell’ultimo giovedì) delle prove di collegamento radio diurne e/o serali dette “Prove di sintonia” finalizzate a testare la piena efficienza delle apparecchiature radio e delle relative antenne installate oltre ad preparare i radioamatori all’emergenza.

    Quelle di oggi saranno le ““Prove di Sintonia” numero 442 dalla nascita.

    Gianluca Eremita

    The post Prove di sintonia per i radioamatori salentini first appeared on Il Gallo.
  • Un milione per rifare le strade di Miggiano
    Thu, 25 Feb 2021 09:32:01

    Un milione di euro per Miggiano. È l’ammontare della cifra (999mila euro) accordata (con Decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze) al Comune guidato dal sindaco Michele Sperti, per il rifacimento di gran parte delle strade che ricorrono nel territorio miggianese.

    Il sindaco di Miggiano, Michele Sperti (foto di repertorio)

    «In tempo di crisi, una gran bella notizia», ha annunciato orgoglioso il primo cittadino.

    «La pandemia ha frenato inevitabilmente e con nostro grande rammarico, l’azione amministrativa, l’irrefrenabile entusiasmo, incoraggiato dalle linee programmatiche di mandato e dal desiderio di fare tanto e bene per il nostro paese, si è dovuto piegare di fronte alle necessarie politiche di emergenza che hanno sottratto tempo e spazio ai nostri programmi», aggiunge, «tuttavia non abbiamo mai smesso di lavorare per raggiungere i nostri principali obiettivi: decoro urbano e attrattività turistica. I due propositi sono complementari perché l’uno promuove e alimenta l’altro».

    Dopo la conferma del finanziamento Sperti è certo che sarà «un intervento urbanistico di portata storica che rivestirà Miggiano, all’esito dei tanti sottoservizi che saranno realizzati, di un abito completamente nuovo!».

    The post Un milione per rifare le strade di Miggiano first appeared on Il Gallo.
  • Tavola rotonda sul futuro del Capo di Leuca
    Thu, 25 Feb 2021 09:12:54

    L’Unione dei Comuni Terra di Leuca e il suo rafforzamento istituzionale, tra strategie delle aree interne e Next Generation EU – Dialogando con l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna”.

    Promossa dall’’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” la tavola rotonda sarà trasmessa in diretta streaming questo pomeriggio alle ore 18 sulla Pagina Facebook dell’Ente locale (CLICCA QUI).

    L’incontro, moderato da Gianvito Rizzini, presidente del consiglio dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” e da giornalista Maurizio Antonazzo (Ufficio Stampa dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”), sarà introdotto da Biagio Raona, presidente dell’Unione di Comuni “Terra di Leuca”.

    Successivamente, nell’ambito della tematica: “Il buon esempio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna” interverranno: Eleonora Proni, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna; Rita Brignani, presidente del consiglio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna; Marco Mordenti, segretario generale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

    Al termine degli interventi sarà discusso l’argomento: “La Strategia delle Aree Interne del Sud Salento”, con gli interventi di: Giacomo Cazzato, sindaco di Tiggiano (Comune Capofila “Area Interna Sud Salento”); Ippazio Antonio Morciano, Consigliere delegato Coordinamento “Area Interna Sud Salento”; Massimo Lecci, sindaco di Ugento (Comune Capofila “Destinazione turistica Sud Salento”).

    Nell’ambito della tematica: “Regione Puglia e il supporto tecnico all’Unione Terra di Leuca” interverrà il consigliere regionale Donato Metallo.

    La tavola rotonda si concluderà con il dibattito e gli interventi di sindaci, consiglieri dell’Unione e segretari comunali di Alessano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Salve, Specchia e Tiggiano.

    Per Gianvito Rizzini, presidente del Consiglio dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”, «l’opportunità di fare una pubblica tavola rotonda online è emersa durante l’intenso confronto che abbiamo avviato tra consiglieri e tra i Sindaci nello svolgimento delle rispettive funzioni di rappresentanti istituzionali della Terra di Leuca. È un modo, in questo tempo non ci è permesso incontrarci personalmente, per confrontarci con altre esperienze dai cui trarre spunto per il nostro percorso di progressiva integrazione di funzioni e di servizi già in atto. L’Unione della Bassa Romagna è uno degli esempi meglio riusciti di associazione tra comuni di piccole e medie dimensioni sul territorio nazionale. L’evento intende inoltre intercettare le altre tematiche di cui l’Unione è attualmente protagonista come la strategia dell’Area interna, grande conquista dei sindaci compiuta negli ultimi anni, che merita essere meglio conosciuta dalla collettività e che deve ricevere ogni impulso possibile affinché si realizzi pienamente nella sua progettualità. Infine, sarà l’occasione per cominciare a coordinarci, celermente (perché i tempi sono strettissimi), con proposte precise da formulare nella stesura dei progetti da inserire nel Piano nazionale di ripresa e resilienza e in questo chiederemo il sostegno della Regione, che sarà presente grazie al consigliere regionale Donato Metallo che è molto lieto di darci una mano. È importante che l’evento sia seguito soprattutto dai giovani, in modo che possano avere contezza delle istituzioni del territorio, comprendere gli sforzi che ci sono dietro e contribuire attivamente alla direzione politica istituzionale. Occorre fare in modo che il Capo di Leuca, insieme   tutto il Salento, sia sempre più il luogo ideale per dare la possibilità alle presenti e future giovani generazioni di costruire anche una vita lavorativa e professionale che sia all’altezza dei propri sogni, delle proprie ambizioni e della propria preparazione».

    The post Tavola rotonda sul futuro del Capo di Leuca first appeared on Il Gallo.
  • Tricase presenta la nuova segretaria comunale
    Thu, 25 Feb 2021 08:49:32

    Si è insediata la nuova segretaria comunale di Tricase.

    Il sindaco Antonio De Donno ha annunciato ed accolto Marcella De Carlo che «ha iniziato il suo percorso con la nostra amministrazione».

    De Donno ha voluto anche ringraziare il sindaco di Miggiano, Michele Sperti, «per aver simbolicamente accompagnato la De Carlo nel suo primo giorno di lavoro. A lei facciamo i migliori auguri, certi che darà nuovo impulso di competenza e professionalità agli obiettivi che insieme lavoreremo incessantemente per raggiungere».

    Infin il commiato con il segretario uscente: «Abbiamo salutato il Giuseppe Rizzo, omaggiandolo di un ricordo a nome di tutta l’amministrazione per gli anni di onorato servizio».

    The post Tricase presenta la nuova segretaria comunale first appeared on Il Gallo.
  • Assembramento: bar chiuso per cinque giorni a Leuca
    Wed, 24 Feb 2021 18:42:13

    Erano in tanti nei pressi di un bar a Santa Maria di Leuca e la maggior parte di loro non indossava la mascherina.

    Per questo sono intervenuti i carabinieri di Castrignano del Capo ed hanno notificato al legale rappresentante dell’esercizio pubblico il provvedimento di chiusura per cinque giorni come previsto dalla normativa anticovid-19

    The post Assembramento: bar chiuso per cinque giorni a Leuca first appeared on Il Gallo.
  • Il voto per un posto di lavoro: sindaco di Santa Cesarea rinviato a giudizio
    Wed, 24 Feb 2021 17:47:55

    Il sindaco di Santa Cesarea Terme, Pasquale Bleve, rinviato a giudizio per corruzione elettorale.

    Secondo l’accusa avrebbe chiesto il voto per un consigliere di maggioranza della sua lista ad una famiglia della frazione di Vitigliano in occasione delle elezioni comunali svoltesi nella primavera del 2018. In cambio del voto avrebbe garantito l’assunzione del figlio nell’impresa di raccolta e smaltimento di rifiuti urbani.

    Sulla vicenda è intervenuto il gruppo di Minoranza “Costruiamo insieme il futuro” che invita il sindaco ad «agire secondo coscienza e, vista l’insostenibilità politica ed etico morale della situazione, a non far più finta di niente, ad agire tutelando l’immagine dell’Ente che rappresenta e della cittadinanza tutta».

    Secondo i consiglieri Maria Corvaglia, Francesco Elia, Ivan Raffaele Maschio e Sergio De Notarpietro al primo cittadino «non resta che rassegnare le proprie dimissioni in modo irrevocabile, e scusarsi. Scusarsi con questo gruppo che ha condotto una campagna elettorale nel rispetto delle regole, dei ruoli e degli elettori, chiedendo in modo gentile e senza pretese, come è giusto che sia, il consenso. Scusarsi con i cittadini di questo Comune, elettori che dovrebbero poter esprimere liberamente e senza azioni di disturbo il proprio consenso».

    «Secondo l’accusa», insistono i firmatari della nota, «il sindaco avrebbe promesso dei favori personali in cambio di voti. Che i metodi fossero poco corretti lo si percepiva anche parlando tra la gente. Alla luce di ciò, rivolgiamo un appello accorato ai cittadini. È giunto il momento di prendere, tutti, una posizione netta: non si tratta più di discutere di questo o quel problema, delle cause e delle possibili soluzioni. Qui si tratta di pretendere che chi si propone come amministratore si occupi della cosa pubblica e non di interessi privati. Possiamo capire lo smarrimento del gruppo di maggioranza, ma un conto è la vicinanza alla persona, altra cosa sono le istituzioni che sono di tutti e che devono essere preservate in questi momenti difficili. Ci appelliamo alla loro coscienza. Non si può più far finta di nulla».

    «È in questi momenti», concludono dal gruppo “Costruiamo insieme il futuro”, «che bisogna avere il coraggio di voltare pagina, perché il voto di scambio è la negazione della democrazia e “la corruzione è nemica della Repubblica”».

     

    The post Il voto per un posto di lavoro: sindaco di Santa Cesarea rinviato a giudizio first appeared on Il Gallo.
  • Auto pirata investe e uccide ciclista
    Wed, 24 Feb 2021 15:41:34

    Tragico incidente lungo SS274 Gallipoli-Leuca

    Intorno alle 15,30, Cristiano Tricarico, tipografo 45enne di Taviano, è stato investito da una Fiat Punto ed ha perso la vita.

    L’investitore dopo aver urtato il mezzo a due ruote è fuggito a tutta velocità.

    Solo dopo ha contattato al centrale operativa dei carabinieri ed è stato condotto in caserma.

    Nulla hanno potuto i soccorritori giunti sul posto a cui non è rimasto altro che constatare il decesso di Tricarico.

    La vittima non era da sola, con lui c’era un amico che ha assistito alla scena.

    Sul posto le forze dell’ordine deputate ai rilievi del caso. Proprio per questo su quella strada si sono crete lunghe code di auto in attesa di poter transitare (ore 17,55, vedi foto in basso).

     

    The post Auto pirata investe e uccide ciclista first appeared on Il Gallo.
  • Ladri di biciclette incastrati dalle telecamere
    Wed, 24 Feb 2021 15:31:13

    Nella serata di ieri, intorno alle 20, gli agenti della Polizia di Stato in servizio di volante, su segnalazione della sala operativa sono intervenuti in via Dei Verardi, angolo via Brancaccio, nei pressi di Piazza Sant’Oronzo a Lecce, dove due giovani erano intenti a forzare il lucchetto col quale erano assicurati un monopattino elettrico e una bicicletta mountain-bike.

    La scena mostrata dalle telecamere all’operatore radio presente in Questura ed in contatto con gli agenti, evidenziava come uno dei due uomini, in bici, fosse intento a controllare un accesso alla via dove, un secondo uomo tentava di forzare il lucchetto che assicurava i due mezzi ad un palo. All’altro ingresso della via un terzo complice fungeva da palo. Quest’ultimo all’arrivo delle volanti si è dileguato facendo perdere le sue tracce, gli altri due sono stati bloccati.

    I due fermati, già noti dalle forze dell’ordine sono stati identificati come G.H., 19 anni, e S.P., 22 anni, entrambi di nazionalità albanese.

    I due sono stati tratti in arresto per tentato furto aggravato in flagranza di reato e condotti rispettivamente il primo presso la locale casa circondariale, in quanto senza fissa dimora, ed il secondo agli arresti domiciliari.

     

    The post Ladri di biciclette incastrati dalle telecamere first appeared on Il Gallo.
  • 991 nuovi casi in tutta la regione, 99 nel leccese
    Wed, 24 Feb 2021 15:21:11

    Quasi mille nuovi positivi in Puglia ma la buona notizia è che il tasso di positività resta relativamente basso: 9,07%.

    Il bollettino regionale riporta infatti 991 casi positivi su 10925 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus.

    Sono 99 invece i tamponi risultati positivi nella sola provincia di Lecce

    L’assessore regionale alla sanità, Pier Luigi Lopalco, ha sottolineato come «i casi registrati oggi in provincia di Foggia sono 135, ma oggi sono stati eliminati dal database anche 170 casi registrati nel corso dell’ultimo mese che, dopo verifiche successive, sono risultati non confermati».

    Da registrare purtroppo anche nuovi 24 decessi, di cui 9 nella sola provincia di Lecce.

    IL RIEPILOGO

    Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.522.139 test.

    106.688 sono i pazienti guariti.

    32.090  sono i casi attualmente positivi.

    Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 142.616, di cui 12.123 nella provincia di Lecce.

    IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DI MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2021

    The post 991 nuovi casi in tutta la regione, 99 nel leccese first appeared on Il Gallo.
  • Anche Andrano nel Forum Cammini di Leuca
    Wed, 24 Feb 2021 10:37:21

    L’amministrazione comunale di Andrano, ha aderito al Forum dei “Cammini di Leuca”, promosso dal Parco Culturale – Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae, che rappresenta il marchio dell’intera Fondazione e che contraddistingue le realtà territoriali maggiormente sensibili a modelli di crescita, di accoglienza e di conoscenza dei luoghi, basati sul circuito dei cammini, nuova forma di turismo ecosostenibile in sintonia con l’ambiente e con la natura.

    L’adesione al circuito dei “Cammini di Leuca”, insieme ad altri venti Comuni Pugliesi, attraversati dai sentieri delle tre direttrici storiche (“Sallentina”, “Leucadense” e “Traiana-Calabra” e dai sentieri di interconnessione, rappresenta una vera e propria infrastruttura culturale: la presenza del marchio, infatti, lungo i percorsi e presso le strutture garantisce la qualità del modello di “Turismo di Comunità”, che in questi anni sta registrando molto interesse.

    Il sindaco Salvatore Musarò

    «Non abbiamo esitato e abbiamo scelto di partecipare subito alla proposta della Fondazione “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”», afferma il sindaco Salvatore Musarò, «l’amministrazione comunale tiene molto a questo nuovo progetto a valenza turistica, visti i positivi riscontri e viste le infinite opportunità che il nostro Territorio può offrire ai camminatori. È proprio, infatti, il viaggiatore (a piedi, in bicicletta, ecc…) che verrà messo al centro e nelle condizioni di assaporare tutte le peculiarità del nostro Territorio. Sottolineo, tra le varie opportunità che il sodalizio offre, l’adesione al Protocollo ANCI “Città della Pace” e la partecipazione attiva al laboratorio permanente, interculturale ed interreligioso, della Marcia “Verso un’Alba di Pace”, che in estate sarà un vero e proprio spazio occupato da volontari e che si concretizzerà con il cammino dalla Tomba di Don Tonino Bello alla Basilica – Santuario di Santa Maria di Leuca, cuore pulsante del Mediterraneo. È una sfida», chiosa il sindaco Musarò, «dunque, che continueremo a sostenere.

    «Siamo felici di poter far parte integrante di un progetto turistico-culturale esaltante», sottolinea il consigliere delegato alla cultura ed al turismo, Donato Accoto, «abbiamo già partecipato sabato scorso alla prima riunione a Santa Maria di Leuca e sarà nostra cura cercare di essere sempre presenti ai vari meeting organizzativi. Il pacchetto prevede, tra le varie iniziative, anche la creazione di un network digitale dei “Cammini di Leuca”, la collocazione di apposite segnaletiche e\o loghi, la manutenzione dei tracciati individuati e la formazione di un info-point, oltre a svariate attività di comunicazione, di studi di programmazione strategica e di accoglienza».

    The post Anche Andrano nel Forum Cammini di Leuca first appeared on Il Gallo.
  • Maje Noscia: «Deposito, rifiuti e altri imbarazzi»
    Wed, 24 Feb 2021 10:22:45

    I consiglieri comunali di Maje Noscia hanno dato seguito «ad alcune segnalazioni di cittadini residenti nella zona» e «si sono recati presso un’area comunale ricadente in via Carducci a ridosso dell’immobile adibito a spazio neutro poiché in tale zona veniva segnalato l’abbandono persistente di rifiuti di diversa natura.

    Una volta arrivati presso l’area recintata, «con cancello aperto e senza alcun divieto di accesso», i consiglieri comunali sono entrati, «in virtù della loro funzione», per una verifica dello stato dell’arte ed hanno, peraltro, contattato immediatamente il responsabile preposto per essere raggiunti.

    Nell’area in questione, di proprietà comunale, sono stati trovati  «numerosissimi rifiuti di diversa natura, nella maggior parte dei casi non riutilizzabili e accantonati in un luogo sul quale si affacciano direttamente numerosi condomini».

    «Sorvolando sulle incredibili resistenze incontrate» e «constatato lo stato in cui versa il luogo sia nella parte all’aperto che per quanto concerne un deposito in muratura ricadente nella stessa area», il gruppo Maje Noscia ha protocollato un’interrogazione consiliare che pone i seguenti quesiti.

    «Qual è l’esatta destinazione d’uso di tale area?».

    «Che natura e che provenienza hanno questi rifiuti?».

    «Esiste un dettagliato inventario degli stessi?».

    «Per quale motivo sono in stato di abbandono in tale luogo?».

    «Vengono periodicamente ritirati e smaltiti secondo legge?».

    «In quale maniera viene svolta tale operazione?».

    «Esiste apposita inequivocabile documentazione che attesti i trasporti e gli smaltimenti già effettuati?».

    «Ravvisandosi la fattispecie di deposito incontrollato di rifiuti (di ogni genere), non ritiene l’amministrazione comunale di arrecare un danno ai cittadini, danno perpetrato, paradossalmente,  proprio da chi ha  il dovere di scongiurare ogni simile azione?».

    «Quali azioni il Sindaco, nella sua qualità di responsabile della salute pubblica, nonché l’Assessore competente ed il Responsabile dell’ufficio preposto intendono intraprendere immediatamente, al fine di tutelare l’area indicata e l’ambiente circostante?».

    Infine da Maje Noscia annunciano che «attendiamo il prossimo consiglio comunale per poterne discutere ma, anticipiamo sin da ora, che tale tema sarà oggetto di prossima Commissione Controllo e Garanzia in data 1° marzo 2021».

    The post Maje Noscia: «Deposito, rifiuti e altri imbarazzi» first appeared on Il Gallo.
  • Giornalismo in lutto: è morto Renato Moro
    Wed, 24 Feb 2021 09:48:39

    Giornalismo salentino in lutto: si è spento per un malore improvviso nella notte, Renato Moro, caporedattore centrale del Nuovo Quotidiano di Puglia.

    Originario di Galatone, avrebbe compiuto 61 anni ad aprile, lascia moglie (Anna Rita Invidia, anche lei al “Quotidiano”), e tre figli: Eugenio, Ludovica e Carlo.

    Apprezzato narratore delle vicende salentine sempre raccontate con professionalità, puntualità e soprattutto grande garbo. Caratteristica che lo contraddistingueva in un mondo, quello giornalistico, che spesso non fa prigionieri.

    Sempre pronto ad aiutare, indirizzare, senza essere ingombrante, chi aveva meno esperienza di lui: una parola buona per tutti, sempre col tono giusto, il caporedattore che ognuno di noi vorrebbe avere.

    Chi scrive, da giovane corrispondente, ha avuto la fortuna di lavorare con lui e soprattutto l’onore di conoscerlo ed apprezzarne la grande umanità.

    Il vescovo della Diocesi di Nardò-Gallipoli Fernando Filogranadon Roberto Tarantino e don Giorgio Ferrocino, l’ufficio comunicazioni sociali della Diocesi, gli officiali e i collaboratori di curia, «si stringono attorno ai familiari e ai colleghi del “Quotidiano” (Nuovo Quotidiano di Puglia) dello stimatissimo giornalista Renato Moro, ricordandone la professionalità e l’umanità, l’attenzione e la sobrietà. Preghiamo perché il Signore consoli e si prenda cura della sua famiglia, dei suoi affetti più cari, perché, nonostante la morte, lo sentano vicino nella comunione di Dio».

    “Quotidiano” ha riportato i primi messaggi di cordoglio: come quello del procuratore generale Antonio Maruccia: «Un grande giornalista, una bella intelligenza, un raffinato uomo di cultura. Una perdita gravissima anche per la magistratura, che lui ha raccontato con sobrietà e distacco, criticandola sempre con coraggio quando sbagliava. Mi mancherà la sua ironia che sapeva denunciare e colpire le ingiustizie, forse meglio delle inchieste, perché giungeva alle coscienze. Mi dispiace tanto per lui, per la sua famiglia, per voi del giornale e per il nostro Salento che amava e descriveva come pochi».

    E poi il sindaco di Lecce Carlo Salvemini: «Renato ha raccontato i travagli, le contraddizioni, le ambizioni, le sconfitte e le speranze della nostra terra. Lo ha fatto con la professionalità e la consapevolezza del giornalista serio, puntuale, scrupoloso e attento ai fatti. Capace di coltivare la profondità, anche a dispetto dello spirito degli ultimi tempi. Non sono in tanti a potersi consentire di alzare credibilmente la voce con le istituzioni, di richiamare un intero territorio a prendere coscienza dei propri limiti e delle proprie mancanze, di suonare la sveglia e di essere ascoltati davvero: Renato era uno di questi. I suoi articoli erano e saranno da leggere. La sua voce una di quelle che continueranno ad essere ascoltate, anche oltre questo doloroso passaggio. La famiglia del Nuovo Quotidiano di Puglia online perde uno dei suoi padri, che un tempo era stato figlio del giornale. Il giornalismo salentino una personalità riconosciuta e stimata, difensore appassionato di un mestiere che le insidie della modernità mettono in difficoltà. La famiglia e gli amici un uomo, un compagno, un padre di dolcezza mai esibita, gentilezza naturale, timidezza malcelata. Ciao Renato, ti sia lieve la terra».

    Così Salvatore Giannetto, segretario provinciale della Uil: «Scrivo con la sola esigenza di manifestare tutto il mio dolore e dispiacere per la perdita di uno stimato professionista e caro amico, Renato Moro, penna pungente, sempre attenta alle vicende del suo e del nostro amato Salento.  Nell’esprimere la mia vicinanza alla famiglia e, in particolare, alla cara moglie e collega Anna Rita Invidia, nonché a tutta la redazione del Nuovo Quotidiano di Puglia, non posso non ricordare che Renato Moro è stato un giornalista visionario dell’informazione, attento e puntuale, sempre coerente ed impegnato a raccontare ambizioni e contraddizioni di questa terra. La mia stima nei suoi confronti è da sempre immensa per la sua capacità di analizzare e di andare a fondo a tutti i temi, non lasciando nulla al caso e richiamando ai doveri di buoni amministratori, quando serviva, a destra o a sinistra.  Un Professionista con la “P” maiuscola, lascia un vuoto gigantesco in tutti noi e nel mondo dell’informazione. L’auspicio è che i tanti colleghi che lo hanno conosciuto possano continuare a seguire il suo esempio e così tenere alto, nel suo ricordo, l’onore del giornalismo salentino».

    L’assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Delli Noci: «Mi stringo al dolore di tutti coloro che, amici e colleghi, hanno avuto il piacere e l’onore di conoscere e lavorare con Renato Moro, colonna portante di Nuovo Quotidiano di Puglia, punto di riferimento di tanti giovani giornalisti e attento e appassionato professionista. Renato ci lascia i suoi coraggiosi racconti di una terra ricca di contraddizioni, della quale ha svelato miserie e potenzialità con uno sguardo critico e onesto. Se n’è andato all’improvviso e troppo presto Renato, lasciando un vuoto nella vita di molti e nel mondo del giornalismo. Il mio abbraccio affettuoso va alla moglie Anna Rita Invidia e ai suoi figli Eugenio, Ludovica e Carlo».

    Il co-presidente del gruppo europeo ECR-Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto: «Moro era un giornalista attento, profondo conoscitore di tutte le dinamiche del Salento. Non aveva mai lesinato inchieste e non si limitava a dare notizie. Personalmente lo stimavo molto per la sua competenza e per il suo scrivere arguto, ma senza mai essere fazioso. Una grave perdita».

    Adriana Poli Bortone: «Sono profondamente rammaricata per l’improvvisa scomparsa di Renato Moro, un giornalista dotato di acume, grande intelligenza e soprattutto correttezza. Sempre attento alle esigenze del territorio, è una enorme perdita per tutto il nostro Mezzogiorno. Una perdita non solo per il giornalismo; Renato, infatti sapeva sempre distinguersi per la sua imparzialità, per la disponibilità all’ascolto. Sempre gentile, attento e aperto al dialogo.  Il mio pensiero va anche alla cara Annarita, alla quale rivolgo il mio affettuoso abbraccio e a tutta la famiglia del Nuovo Quotidiano di Puglia, al suo direttore  e ai colleghi che con lui  hanno condiviso in questi anni tante battaglie per il territorio».

    Anche il Rettore dell’Università del Salento, Fabio Pollice ha inviato il suo messaggio di cordoglio: «La notizia dell’improvvisa scomparsa del giornalista Renato Moro ci ha profondamente addolorato. Moro è stato una voce autorevole di questo territorio e una delle professionalità più in vista della scrittura e dell’organizzazione giornalistica del Salento. Colonna del Nuovo Quotidiano di Puglia e interprete della tradizione del giornalismo di cronaca e investigativo, Moro è stato molte volte ospite delle iniziative didattiche e di ricerca dell’Università del Salento, trovando sempre il tempo – nonostante il suo pressante impegno di caporedattore centrale di Quotidiano – per discutere con docenti e studenti dei nostri corsi dei problemi dell’informazione in un periodo di enormi cambiamenti come quello che stiamo attraversando. In particolare Renato Moro ha partecipato, negli ultimi anni accademici, ai seminari sulla scrittura giornalistica dei corsi di laurea di Scienze della Comunicazione e di Comunicazione pubblica, economica e istituzionale. In tutte le occasioni in cui ha interagito con la nostra comunità, Moro ha dimostrato grandissima serietà ed enorme disponibilità, sia professionale che umana. L’Università del Salento è vicina alla moglie e collega giornalista Annarita Invidia, ai figli, alla famiglia e a tutti i colleghi e le colleghe che gli erano vicini».

    I funerali avranno luogo domani, giovedì 25 febbraio, alle ore 11, nella Parrocchia Sacro Cuore di Galatone.

    Giuseppe Cerfeda

    The post Giornalismo in lutto: è morto Renato Moro first appeared on Il Gallo.
  • «La frequenza scolastica aumenta il rischio contagi»
    Wed, 24 Feb 2021 09:26:57

    A corollario della nuova ordinanza sulle scuole il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha presentato anche una «Relazione sull’andamento dei contagi in ambiente scolastico» aggiornata al 18 febbraio scorso.

    La relazione del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia, sottoscritta dal Direttore Area Epidemiologia e Care Intelligence dott.ssa Lucia Bisceglia, dal Direttore del Dipartimento dott. Vito Montanaro e dall’assessore ed epidemiologo prof. Pier Luigi Lopalco sottolinea come «la comunità scolastica» rappresenti un «elemento di aggregazione sociale che, in situazione di intensa circolazione virale, è inevitabilmente interessata dal fenomeno dei contagi, come affermato anche dall’ECDC nel Technical Report del 23 dicembre 2020».

    L’analisi condotta sia a livello nazionale che a livello regionale mostra che:

    1. la forma della curva epidemica è differente nelle differenti classi di età, evidenziando livelli di rischio differenti nelle classi di età scolare rispetto alle altre fasce di età;
    2. in un campione di 12 regioni (pari ad oltre 51 milioni di cittadini) si è osservato un incremento nelle scorse settimane attribuibile ai bambini tra 3-13 anni di età; in particolare l’aumento nelle fasce 6-10 anni in tre regioni sembra essere collegato alla circolazione di varianti del virus;
    3. in Puglia la curva epidemica è caratterizzata da una generale riduzione dell’andamento dei contagi nelle ultime settimane, dopo una ripresa dell’incidenza successiva alle festività natalizie; dalla metà del mese di gennaio si osserva un incremento dei nuovi casi nelle fasce di età 3-5 anni, 6-10 e 11-13 anni, ma non 14-18 anni, che comunque appare essersi stabilizzato nell’ultima settimana;
    4. i dati della sorveglianza scolastica consentono di osservare che, all’aumento della didattica in presenza, registrato nelle scuole di tutti i gradi (anche se in misura sostanzialmente minore nelle secondarie di secondo grado), è corrisposto fino alla settimana precedente un aumento in valori assoluti dei contagi tra gli studenti;
    5. nonostante il rallentamento dei contagi in ambito scolastico, il tasso di nuovi positivi settimanali tra gli studenti rimane superiore al tasso riscontrato nella popolazione generale.
    6. Risulta in costante e importante aumento il numero di persone (sia tra gli studenti che nel personale) per cui è stato disposto un provvedimento di isolamento/quarantena. Si può pertanto concludere che le misure via via adottate per il controllo dei focolai scolastici abbiano manifestato in maniera crescente la loro efficacia; l’aumento della frequenza scolastica, comportando un aumento del numero dei contatti interpersonali, aumenta il rischio dei contagi che in effetti sono apparsi in incremento fino alla precedente settimana di monitoraggio. Il dato deve essere tuttavia letto anche prendendo in considerazione gli effetti della circolazione di varianti virali nella popolazione scolastica, in particolare nelle scuole dell’infanzia, nelle scuole primarie e nelle secondarie di I grado, che è stato possibile osservare in alcune regioni dove sono stati isolati i ceppi inglese e brasiliano. Sono state condotte due quick survey, su indicazione dell’ISS, con l’obiettivo di valutare la prevalenza della variante inglese in Puglia, che hanno restituito una percentuale pari al 15% nella prima indagine, relativa al 4-5 febbraio, e al 38% nella seconda, condotta il 12 febbraio, con un incremento del 60% in 7 giorni.

    Secondo il Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia «Tale circostanza impone l’assunzione di stringenti iniziative di carattere preventivo, adottando nuove misure finalizzate alla massima limitazione dei contatti interpersonali, per contenere il rischio di una nuova ripresa dei contagi, nelle more di completare la campagna vaccinale almeno con riferimento ai soggetti fragili e a maggior rischio di contagio».

    LA RELAZIONE DEL DIPARTIMENTO PROMOZIONE DELLA SALUTE

     

     

     

     

     

     

    The post «La frequenza scolastica aumenta il rischio contagi» first appeared on Il Gallo.
  • Scuola: ecco la nuova ordinanza di Emiliano
    Wed, 24 Feb 2021 08:53:06

    Come anticipato ieri sera, in risposta alla sentenza del Tar, che ha accolto il ricorso del CODACONS e annullato la precedente ordinanza, nel corso della notte è arrivata la nuova ordinanza del governatore di Puglia Michele Emiliano sulla scuola.

    Sono sei i punti contenuti nell’ordinanza che dettano le regole per le prossime settimane.

    1. Con decorrenza dal 24 febbraio e sino al 14 marzo 2021, salvo quanto previsto ai successivi punti 2 e 3, le Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado e i CPIA adottano forme flessibili dell’attività didattica in modo che il 100% delle attività scolastiche sia svolto in modalità digitale integrata (DDI), secondo quanto previsto dal DM 89/2020 recante l’adozione delle Linee guida sulla Didattica Digitale Integrata di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020 n.39, riservando l’attività didattica in presenza agli alunni per l’uso di laboratori qualora sia previsto dall’ordinamento, o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata;
    2. Le scuole dell’Infanzia, le Istituzioni scolastiche del ciclo primario e i CPIA ammettono in presenza tutti gli alunni che, per ragioni non diversamente affrontabili, non abbiano la possibilità di partecipare alla didattica digitale integrata;
    3. Le Istituzioni Scolastiche secondarie di secondo grado ammettono in presenza tutti gli studenti che, per ragioni non diversamente affrontabili, non abbiano la possibilità di partecipare alla didattica digitale integrata, nel limite del 50% della popolazione scolastica, possibilmente per ogni singola classe;
    4. I dipartimenti di prevenzione delle AA.SS.LL. attuano il Piano Vaccinale degli operatori scolastici entro la data di scadenza della presente ordinanza e comunicano al Dipartimento della Salute della Regione Puglia e all’Ufficio Scolastico regionale il grado di copertura vaccinale raggiunto, affinché i singoli Istituti scolastici, per disposizione del Dirigente scolastico, possano ritornare all’attività didattica in presenza, una volta completate le vaccinazioni dei rispettivi operatori scolastici che ne abbiano fatto richiesta;
    5. Le Istituzioni Scolastiche devono comunicare, ogni lunedì della settimana, all’Ufficio Scolastico Regionale e al Dipartimento della Salute, attraverso la procedura predisposta sulla piattaforma studioinpuglia.regione.puglia.it, il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi al COVID-19 o in quarantena, nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell’attività didattica adottati a causa dell’emergenza Covid.
    6. Le istituzioni scolastiche devono garantire, nell’ambito della propria autonomia organizzativa, le adeguate condizioni utili a consentire una idonea erogazione e fruizione della didattica digitale. Ogni conseguente adempimento, ove necessaria una implementazione tecnologica ai fini della suddetta idonea erogazione e fruizione della didattica digitale integrata, deve avvenire con l’urgenza del caso.

    L’ORDINANZA DI EMILIANO

    The post Scuola: ecco la nuova ordinanza di Emiliano first appeared on Il Gallo.
  • Scuola: Emiliano rilancia con una nuova ordinanza
    Tue, 23 Feb 2021 19:02:19

    Dopo la sentenza del Tar di Bari che ha accolto il ricorso della Codacons e bocciato la usa ordinanza sulle scuole Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano annuncia: «Sto per emettere una nuova ordinanza per la prevenzione della “variante inglese” e per la esecuzione del piano vaccinale nelle scuole. Saranno apportate solo piccole modifiche», avverte, «che spero non incideranno troppo sull’assetto organizzativo che le scuole si erano già date per affrontare le prossime due settimane».

    Il provvedimento che ha accolto in via di urgenza la richiesta di sospensiva dell’ordinanza di Emiliano, ipotizza:

    1. che la esecuzione della campagna vaccinale della scuola sarebbe sarà più lunga del periodo di vigenza della ordinanza stessa;
    2. che per tale motivo si deve ritenere che la ordinanza stessa sarà inevitabilmente prorogata;
    3. che tale eventuale proroga sacrificherebbe troppo a lungo il diritto alla didattica in presenza degli studenti introducendo – per la ammissione alla didattica in presenza per ragioni familiari non diversamente affrontabili – un limite di presenza massima del 50% in ogni classe troppo restrittivo;

    «I provvedimenti dei giudici non si discutono, se non impugnandoli e quindi mi atterrò a questa regola», aggiunge il governatore di Puglia che comunque cerca di spiegare cosa sta succedendo: «È stata sospesa una mia ordinanza finalizzata a salvaguardare la vita del personale della scuola in vista dell’esplosione della pericolosa “variante inglese”. La sospensione è stata concessa per evitare un danno al diritto alla frequenza in presenza, non essendoci dubbio che la scuola pugliese ha anche un mezzo alternativo di didattica che è quella digitale integrata a distanza. In ogni caso, per evitare contrasti col provvedimento del giudice, sto per emettere un’ordinanza che lega la temporanea sospensione della didattica in presenza ad un termine per la esecuzione della campagna vaccinale nelle scuole. Con questo si soddisfa un’esplicita richiesta di motivazione».

    «Sono costretto ad intervenire per evitare che domani le scuole siano improvvisamente invase, in mancanza di provvedimenti di regolazione sanitaria, da tutti gli studenti in presenza con danno gravissimo per la salute del personale scolastico in piena pandemia da “variante inglese” che ormai sta sostituendo le altre meno pericolose e meno contagiose». Sottolinea il presidente della Regione.

    Secondo Emiliano «Tale sospensione della didattica in presenza era stata richiesta unanimemente da tutti i sindacati dalla stragrande maggioranza delle famiglie, sul presupposto del pericolo che un’insufficienza della prevenzione di infortuni sul lavoro da parte delle scuole, potesse pregiudicare la vita e la salute del personale scolastico non ancora vaccinato. Proprio mentre i vaccini si sono resi finalmente disponibili. Ritenendo fondata questa posizione del sindacato unanime, adotterò immediatamente un’altra ordinanza che, tenendo conto dei rilievi del giudice, tuteli comunque la vita del personale scolastico agganciando la durata della campagna vaccinale per le scuole al periodo di vigenza della ordinanza, rimuovendo il limite del 50% alla presenza contemporanea nelle classi».

    Infine il presidente della Regione annuncia anche che : «Verrà reintrodotto il diritto alla scelta della didattica integrata a distanza da parte delle famiglie che ne faranno richiesta nell’esercizio del diritto alla salute di ciascuno studente e della famiglia stessa per evitare che qualcuno possa essere costretto da interpretazioni errate a frequentare in presenza nonostante la grave pandemia in atto».

    The post Scuola: Emiliano rilancia con una nuova ordinanza first appeared on Il Gallo.
  • Il Tar di Bari accoglie ricorso Codacons: si torna a scuola!
    Tue, 23 Feb 2021 16:48:15

    Un’ordinanza che aveva lasciato dietro se una scia di polemiche quella del governatore Michele Emiliano se non altro perché non disegnava con chiarezza i parametri per quali determinati alunni potevano continuare a fare lezione in presenza ed altri no.

    Tutto inutile, però, dall’ordinanza alle polemiche che ne sono seguite, perché il Tar di Bari ha accolto il ricorso urgente del Codacons e sospeso con effetto immediato l’ordinanza, in vigore da ieri, emessa dal Governatore Emiliano che disciplinava la didattica a distanza e chiudeva la didattica in presenza.

    A questo punto dunque dovrebbero essere riaperte le scuole ed i ragazzi dovrebbero tornare in aula con didattica in presenza al 100% per medie ed elementari, e una percentuale pari al 50% per le superiori.

    «Il presidente della Regione, ancora una volta terrorizzato da un potenziale aumento esponenziale dei contagi nelle scuole che ad oggi non ha ragione di esistere», si legge nel ricorso del Codacons, «ha stabilito la chiusura totale di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Senza alcun riguardo alle evidenze epidemiologiche. O quanto meno, senza esplicitare i motivi epidemiologici secondo i quali, all’interno di una regione gialla. L’unica attività di rango costituzionale che non possa essere effettuata in presenza è la scuola».

    Tesi questa accolta di Giudici che hanno sospeso con effetto immediato l’ordinanza di Emiliano.

    The post Il Tar di Bari accoglie ricorso Codacons: si torna a scuola! first appeared on Il Gallo.

  • "Salviamo gli Ulivi Secolari"...

    Categorie News


    Catalogati per mese:


    Gli interventi più cliccati

    Sondaggi


    Info


    Quanti siamo

    Ci sono  persone collegate

    Seguici sui Canali di

    facebook Twitter YouTube Google Buzz

    NOHINONDAZIONI

    Calendario

    < febbraio 2021 >
    L
    M
    M
    G
    V
    S
    D
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    16
    19
    20
    22
    24
    26
    27
    28
                 
                 

    Meteo

    Previsioni del Tempo