\\ Home Page : Articolo
Contenitori culturali galatinesi
Di Marcello D'Acquarica (del 13/07/2013 @ 08:20:01, in NohaBlog, linkato 2822 volte)

“Viva soddisfazione”, dice il Sindaco alla seconda inaugurazione della ex-struttura delle vecchie scuole elementari di Noha.

“Occorrono tanti contenitori culturali” dice l’Assessore alla Cultura, pensando, forse, di far crescere il senso civico nelle persone. Certo un po’ di informazione sul significato di senso civico non guasterebbe, anche se la gente fa già del suo meglio per vivere dignitosamente. Da un certo punto di vista, le intenzioni dei nostri rappresentanti, potrebbero sembrare perfino una svolta per un insperato atteggiamento di fiducia, e lo sarebbe se non fosse che, per esempio, nel caso delle vecchie scuole elementari appena re-inaugurate come Centro Polifunzionale, si è realizzata un’opera da “tre soldi" ad alta risonanza sì, ma in un contesto privo di ogni elementare servizio collaterale. Un po’ come dire, abbiamo il volante in radica, ma lo usiamo per guidare uno sciarabà.

La faccenda è talmente seria che viene spontaneo chiedersi se prima di spendere un milione e trecentomila euro per un’opera, fra l’altro incompiuta, non sarebbe stato necessario dare al paese un minimo di decoro, del tipo: piste ciclabili, aree verdi attrezzate seriamente, marciapiedi meritevoli di tale definizione, una piazza degna della sua funzione, un area per il parcheggio di potenziali ospiti, di un centro (se pur modesto) chiuso al traffico, protetto cioè dall’invasione di veicoli a motore che sono sinonimo di fetore e rumore. Insomma di ciò che un paese cosiddetto civile ha bisogno. Questo è l’atteso “atteggiamento di fiducia” dei cittadini nohani.

Ma perché spendere dei soldi per fare delle piste ciclabili,  visto che la sicurezza a casa nostra è improntata solamente nel costruire pseudo tangenziali intramoenia, aree mercatali e centri commerciali fuori dall’abitato, giusto appunto per motivare spostamenti in massa di autoveicoli. Dietro questi slogan da piazzisti sfegatati e di buonismo impeccabile si nasconde, sovente, un disinteresse puro per il bene comune e bramosia per il proprio. La storia, specialmente locale, insegna.

Cresce sempre di più la moda dell’annunciare, e ora anche del denunciare, cori osannanti a moralità auree e contraddizioni altrui, di sinistra o di destra. Di negligenze degli imprenditori che dovrebbero impegnarsi nel cambiamento, dei lavoratori che devono rinunciare ai diritti acquisiti, dei giovani che sono troppo selettivi e mammoni e degli anziani che invece di costare meno esigono di più ricorrendo a cure sanitarie che il pubblico non riesce più a offrire. Di disattenzione dei cittadini alla cosa pubblica e di veri valori. Come se ci potessero essere valori falsi, un valore è un valore. Punto.

Falso è invece il perbenismo di facciata, le prediche vuote di concretezza, di pensieri a cui non seguono azioni. Falsi sono gli slogan da campagna elettorale, o i monologhi alla ricerca di carrierismo o di banale notorietà.

Non servono più nemmeno i dialoghi, compresi i Dialoghi di Noha, tanto che avvengono fra sordi. Fra persone, cioè,  che pur avendo un ottimo udito, non sentono perché non riescono a togliersi l’appanno che gli intorbidisce i 4 neuroni rimasti vuoti.

Allora ci chiediamo a che servono i decantati “contenitori culturali” sognati dal nostro Assessore alla Cultura, se l’immagine di Noha, giusto per partire dalla periferia di Galatina, è da qualche tempo quella di un dormitorio, semmai di un centro di attraversamento, nonostante il consumo del territorio perpetrato a danno della campagna circostante, con infinite strade, mega rotonde  e superstrade. A proposito di danni, abbiamo seppellito ettari di terra fertile sotto il catrame.

A cosa serve la cultura se parlando per esempio di raccolta dei rifiuti, nessuno dice che sarebbe bene smettere di produrli, i rifiuti, se nessuno ci racconta (con un contenitore culturale, per esempio) dove e come vengono fatti scomparire, o quale sarebbe invece il circuito migliore per ridurre inquinamento e costi. Invece il “leitmotiv” (motivo conduttore) della stampa locale e di buona parte della politica, è l’aumento delle bollette e voler convertire la Colacem in inceneritore. A che serve la cultura se annoveriamo virtù da buona condotta ogni giorno del calendario, come per esempio la storia del “pedibus” in cui si chiede agli studenti di recarsi a scuola a piedi, se il giorno dopo assaliamo gli ingressi con auto sempre più grandi, se camminando a piedi rischiamo di essere travolti da automobilisti insensati e se la bicicletta è di fatto un mezzo di trasporto pericoloso, per i ciclisti ovviamente. A cosa servono presentazioni di libri, elargizioni di glorie e onori se poi per far giocare i nostri bambini dobbiamo portarli nei parchi-gioco dei paesi limitrofi.

A che cosa serve fare indigestione teorica di cultura se viviamo in centri abitati dove non regna né decoro né senso civico, ma soltanto l’idea che basta parlare, senza fare. Riempiamoli pure i contenitori culturali, ma per favore, caro sindaco Montagna e cara Assessore Vantaggiato, siamo stanchi dell'ipocrisia.

Marcello D’Acquarica
 

Commenti

  1. # 1 Di  alessio (inviato il 13/07/2013 @ 08:34:14)

    a cosa serve scrivere qui... Se nessuno a noha conosce internet? Ma dai... Non sognare!

  1. # 2 Di  Tonia (inviato il 13/07/2013 @ 11:00:34)

    Non smettete mai di sognare e continuate a scrivere e a dire la vostra!
    Io dico: al bando l'avidità! Non è il denaro che fa la nostra ricchezza, e neanche le cose materiali che corriamo a comprare nei "megaporci". La nostra ricchezza dovrebbe essere la cultura(possibilmente praticata)e la nostra buona coscienza.

  1. # 3 Di  semplice cittadino (inviato il 14/07/2013 @ 10:11:46)

    Si e'parlato,di avvenimenti importantissimi come il contenitore della cultura in Galatina,soprannominata "cuccuvascia"adesso Amministrazione Montagna,mi dica quando si fa il differenziato in tutta Galatina e frazioni,solo Amministrazione Antonica riusci'7 anni fa,7 anni fa...le piste ciclabili per legge,legge della Comunita'Europea...si possono avere piste ciclabili dalla Comunita'Europea,cosa si sta aspettando?
    E il degrado poi?
    Le scritte sui muri....anche le scritte su SAN FRANCESCO D'ASSISI sulla statua stanno li da quando le ricordo io.....da almeno 30 anni,insomma vogliamo far diventare Galatina e frazioni a dimensione d'uomo e le cicche per terra,sono poi una cosa terrificante,per fortuna 3 gg.e poi me ne ritorno in Germania.....terrificante,gli amici tedeschi mi prendono per il c.....ma devo starmene zitto perche'non so cosa rispondere......non amare la propria terra mi fa inc.....come una bestia.
    Speriamo qualcosa cambi,ma dubito stiamo NEL SUD piu'SUD.......e'proprio indole galatinese in mio avviso sporcare.....SUD ti amo,GALATINA NOHA TI AMO ma sei troppo troppo sporca e strafottente del DEGRADO CONTINUO E COSTANTE ecco perche'si e'no 1-2 gg.e i turisti SCAPPANO SCAPPANO DA QUI.
    ME NE TORNERO'IN GERMANIA,con la consapevolezza che,un di'tutto cio'sara'migliore?
    Un eden?
    Oh,un inferno?
    Buon estate,e che dire le spiagge poi....piene di sporcizia di tutto e'preferibile andare piscina,povero SUD,povera NOHA,GALATINA MA ANCHE MOLTISSIME ZONE DI MARE KAPUT,AHIME'

  1. # 4 Di  Marcello D'Acquarica (inviato il 14/07/2013 @ 14:03:36)

    Ringrazio Tonia per il suo incoraggiamento a continuare a scrivere e a sperare.
    A proposito trascrivo un trafiletto di Nietzsche, riportato in "La solitudine dell'anima" di Eugenio Borgna ed. Feltrinelli, Milano, Marzo 2011: "quando si vive soli non si parla troppo forte, non si scrive nemmeno troppo forte, perché si teme la vuota risonanza".
    Ecco, è forse proprio questa solitudine interiore di alcuni (spero solo uno) smarriti internauti di Noha.it che ci "consigliano" di non sognare che porta ai risultati di cui nell'articolo.

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< aprile 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
15
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Meteo

Previsioni del Tempo