\\ Home Page : Articolo
Ombre sinistre al centro Polivalente di Noha
Di Antonio Mellone (del 25/10/2015 @ 20:35:21, in Ex edificio scolastico, linkato 2334 volte)

Come ormai sanno pure i mattoni dissestati di piazza Ciro Menotti, al centro Polivalente di Noha si è appena celebrato il trigesimo della prematura scomparsa del contatore dell’energia elettrica, pragmaticamente strappato all’affetto dei suoi cari dall’azienda elettrica di turno, probabilmente per scadenza dei termini del contratto.

Ovviamente all’ufficio tecnico del Cumone di Galatina sono caduti dalle nubi, come Checco Zalone nel film: nessuno ne sapeva nulla, nemmeno il più funzionale dei funzionari (di cui, pare, questo ufficio sia superdotato). Evidentemente, nei dintorni del Municipio pensano che a Noha siamo tutti con l’anello al naso, ovvero ancora aggrappati alle cime degli alberi come nell’era Neozoica, anzi Nohazoica.

La storia infinita dell’energia elettrica al centro polivalente di Noha sta superando la serie dei migliori romanzi fantasy disponibili sul mercato, da Harry Potter (o Fotter) al Signore degli Anelli (al naso). Io vi consiglierei, tanto per rimanere in tema - e per far riferimento giusto ai libri che ho sottomano – anche i seguenti testi: “Il mercante di luce” di Roberto Vecchioni, Einaudi, 2014 (ce la vendono come cosa fatta, questi mercanti elettrici); e poi “La luce alla finestra”, di Lucinda Riley, Giunti, 2013 (l’unica luce attualmente disponibile al Centro Polivalente); “Tutta la luce che non vediamo” di Anthony Doerr, Rizzoli, 2014 (e che di questo passo non vedremo mai); “Luce d’agosto” di William Faulkner, Adelphi, 2013 (agosto, sì, ma di chissà quale anno, anzi millennio); “1914. Come la luce si spense sul mondo di ieri” di Margaret MacMillan, Rizzoli, 2013 (ma anche sul mondo di oggi, 2014-2015); e infine “Luci nelle case degli altri” della Chiara Gamberale, Mondadori, 2014 (nelle case degli altri appunto, ma non nella vecchia scuola elementare di Noha, ristrutturata alla cazzodicane)…     

*

Ormai, signore e signori, non si tratta più di un giorno di ordinaria ombrofilia (in psichiatria è l’attrazione morbosa per l’ombra), ma di un mese, anzi di anni-luce da trascorrere, a questo punto, al buio. Questi signori vogliono che ce ne facciamo una ragione; ma hanno sbagliato indirizzo: noi non permetteremo che il nostro Centro Polivalente continui a sopravvivere come i pathrefondici (talpe), all’oscuro di tutto.

Certo è che non si sa più a che santo votarsi (o votare): certamente non all’antipolitica che si annida da un pezzo a palazzo Orsini, a partire dal sindaco Montagna (che sembra non abbia mai proferito verbo sull’annoso tema), passando per l’assessore ai capolavori pubblici, ing. Coccioli, esperto nel campo (santo), non scordandosi degli altri portatori sani di promesse della maggioranza, e senza tralasciare i compagni di merendine della finta opposizione.

Questa antipolitica nohan-galatinese che non è più di sinistra (forse non lo è mai stata), né di destra, ma soltanto ego-centrica, capace unicamente di fare proclami e promesse della serie “tutto è risolto”, “la cabina elettrica è in cantiere”, “a breve vedremo la luce” (propaganda da Istituto Luce, appunto) meriterebbe una sanzione proporzionale al danno cagionato alle casse pubbliche (1.300.000 euro, una spesuccia) e all’ordine economico-sociale. E quindi credo che soltanto il linciaggio potrebbe essere una pena equa in quanto castigo che nella fase esecutiva postula il pieno coinvolgimento del popolo (sempre che il popolo non continui a dormire, beota, sprofondato sui suoi Divani & Divani).

Signori, la promessa è finita. Non andate in pace.

Antonio Mellone

 

Commenti

  1. # 1 Di  Anonimo (inviato il 25/10/2015 @ 21:22:01)

    Amen!

  1. # 2 Di  Anonimo (inviato il 25/10/2015 @ 21:22:02)

    Amen!

  1. # 3 Di  Carlo Gervasi (inviato il 25/10/2015 @ 22:48:14)

    Caro Mellone il giorno dell'inaugurazione dal sottoscritto sei stato informato come stavano le cose e come sarebbe andata a finire. Ma tu mi sei sembrato diffidente ed ha preferito festeggiare insieme a tutti i politici intervenuti che vi hanno preso in giro......ma siete stati gabbati e contenti. Ora chi è danno del suo mal pianga se stesso...!!! Lo sapevi e lo sapevate..........!!!

  1. # 4 Di  Antonio Mellone (inviato il 25/10/2015 @ 23:43:41)

    Caro Gervasi, al di là delle solite chiacchiere, volevo sapere che cosa hai fatto tu, o che cosa avresti eventualmente in mente di fare per risolvere il problema.

  1. # 5 Di  Ranieri (inviato il 27/10/2015 @ 07:21:13)

    E Dio disse: "Fiat luce"., Evidentemente, non si riferiva al Centro Polivalente di Noha. : - (

  1. # 6 Di  bla bla bla. (inviato il 27/10/2015 @ 11:55:43)

    Il centro polifunzionale via Menotti,e'di tutte e tutti i nohani e non solo.
    Ma restando,chiuso si fa solo auto-goal.
    Allora,si potrebbe ad esempio fare in sit-in di protesta con pentole,cucchiai,mestoli.....fare casino,magari sentendo rumore vengono a vedere quelli del PALAZZO e si VERGOGNANO di quello che,hanno prodotto.
    Ma se nessuno prende l'iniziativa Antonio....rivolgo a te del sito,CACIARAAAAAAAA ad oltranza gridare,fa innervosire moltissime persone allora,si fa questa band?
    La band,del polifunzionale vi garba?

  1. # 7 Di  Carlo Gervasi (inviato il 29/10/2015 @ 22:04:57)

    Rispondo solo ora avendo letto in ritardo. Caro Mellone non puoi fare polemica essendoti schierato dalla parte di quelli che vi hanno preso in giro. Cosa ho fatto io lo sai bene. Mi sono adoperato per consentire l'inaugurazione cui hai partecipato. Ho proposto la unica e sola soluzione una cabina prefabbricata dal costo di 8000 euro. Ne eri ben a conoscenza ed oggi non puoi pensare di replicare dopo aver festeggiato insieme ai politici di Noha e compagni.........!!!

  1. # 8 Di  Sabrina (inviato il 30/10/2015 @ 08:23:21)

    La realta'vera',non esistono POLITICI LOCALI.
    SONO MUMMIE....ECCO COSA BISOGNA DIRE,SOLO MUMMIE.
    E'UNA COSA vergognosa e lo si vide...quando,in passato si cerco'di fare moltissimo ma amministrazione e'solo un unico colore....camuffato in nero.....

Lascia un messaggio

Testo (max 2000 caratteri)

Smile arrabbiato Smile assonnato Smile bacio Smile diavolo Smile linguaccia Smile morto Smile occhiali Smile occhiolino Smile risatona Smile sorriso Smile timido Smile triste


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< maggio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
13
16
22
23
24
27
28
29
30
31
             

Meteo

Previsioni del Tempo