\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di Redazione (del 30/09/2020 @ 18:23:20, in Istituto Comprensivo Polo 2, linkato 309 volte)

I banchi

Le sedie

Le mascherine

Il gel

Il distanziamento

La scuola è cominciata da una manciata di giorni

Non si può perdere tempo, visto che c’è tanto da recuperare! No, quest’anno non possiamo far festa con e per i nostri amati libri!

Questi i pensieri che hanno accompagnato l’inizio di quest’anno scolastico davvero anomalo. Avevamo tutte le giustificazioni possibili per rimanere all’interno delle nostre aule sanificate, e così infatti hanno deciso di fare molte scuole di Galatina e dintorni.

Noi però abbiamo deciso diversamente, poiché riteniamo che nessun virus, con corona o senza, possa farci dimenticare né il piacere della lettura e del gioco che ci consente di insegnare e imparare, né il bisogno di riappropriarci delle nostre case: da quelle degli amici, alla scuola, alla strada, al paese. I muri ci stanno stretti, ma, come le pareti di una scatola, possono aprirsi al mondo e la casa di tutti, che è la scuola, deve essere in prima linea, per catalizzare le energie di grandi e bambini e incrementare la speranza di quell’ “andrà tutto bene” che tante volte abbiamo ripetuto, come un mantra, ai nostri bambini.

Dovevamo tenere il punto dunque, e presidiare i nostri spazi contro le tante paure e diffidenze.

 
Di Redazione (del 30/09/2020 @ 18:20:21, in NoiAmbinete, linkato 181 volte)

Essere uniti nella salvaguardia dell’Ambiente deve essere prioritario a qualsiasi altra nostra azione quotidiana, dovrebbe quindi diventare uno stie di vita, per cercare di arginare quell’altro stile di vita assunto, che evidentemente sta causando enormi danni, alcuni irreversibili. Vedi per esempio, biodiversità, inquinamento dell’acqua, dell’aria, e della terra, e non per ultime tante nuove patologie importanti che stanno minando i nostri giorni.

Cominciamo ad aiutare questi giovani volenterosi, perché non diventi troppo tardi.

 

Si conclude dopo 3 mesi di attesa (per i ritardi a causa dell'emergenza Covid) l’iniziativa di solidarietà promossa tra le classi del Comprensivo.

Nel pomeriggio, una delegazione dell’I.C. Polo 2 di Galatina rappresentata dalla Dirigente Eleonora Longo, dalla sig.ra Anna Lucia Congedo, dalla sig.ra Amalia Napolitano e dal Presidente del Consiglio di Istituto Antonio Torretti ha consegnato un carrello per emergenza all’ospedale della nostra città, nelle mani della dott.ssa Rizzo, responsabile del reparto di Radiologia.

Il carrello, acquistato grazie alle donazioni dei genitori degli alunni frequentanti le classi dell’Infanzia, Primaria e Secondaria, dei docenti, del personale, della

 
Di Redazione (del 30/09/2020 @ 18:16:38, in NoiAmbinete, linkato 153 volte)

Come abbiamo già detto in occasione della fondazione del C.A.S. (Coordinamento Ambiente Salento), la novità non è la fondazione dell’ennesima associazione di ambientalisti, certo, anche questo ha la sua importanza, ma la grandezza della nascita di questo Coordinamento sta nel fatto che diverse associazioni, che siano trenta o quaranta poco importa, tanto per ora stanno continuando a crescere, e quindi numerosi gruppi di giovani, si sono messi in testa di dare una svolta a questo becero stile di vita che ci porta a non rispettare l’Ambiente, e basta guardarsi intorno per vedere lo stato di inciviltà in cui non solo ci ritroviamo, ma soprattutto, e questo è grave, consideriamo normale.

Questi ragazzi, si sono messi in testa persino di unirsi ad altre associazioni che sono fuori dal Salento, in Italia, in Europa e nel resto del mondo, per fare una cosa che non sono in grado di fare nemmeno i grandi programmi e accordi delle super potenze mondiali: contagiare tutti della bellezza di un mondo senza inquinmento..

 

 
Di Redazione (del 28/09/2020 @ 19:28:57, in NohaBlog, linkato 311 volte)

San Michele Arcangelo, patrono di Noha, è un guerriero, diremmo un partigiano di giustizia, salute, libertà ed equilibrio. Si parla di questo principe delle schiere celesti e più volte nell’Antico Testamento, in Daniele per la precisione e soprattutto, ma anche in altri libri benché non in maniera esplicita; ma il passo più affascinante è quello riportato nel Nuovo Testamento, nel capitolo 12 dell’Apocalisse, quello nel quale al verso 7 si legge: “Scoppiò una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago […]”.

Su Michele, Mi-ka-el, cioè Chi-come-Dio, s’è scritto tanto. Non poteva mancare nemmeno il Poeta che, nel canto VII dell’Inferno al verso 11-12, lo cita come colui che “fe’ la vendetta del superbo strupo”.

Nella Legenda Aurea, Iacopo da Varazze racconta del miracolo che salvò Roma dall’epidemia di peste nel 590 arrivata dall’Egitto, e che tra le vittime annoverava anche papa Pelagio II. Paga Gregorio (Magno), succeduto a Pelagio, fu il testimone della visione degli angeli e del prodigio della salvezza dell’Urbe. In memoria dell’accaduto, il Mausoleo di Adriano cambiò il nome in Castel Sant’Angelo. Sul fastigio di questa rocca nota in tutto il mondo, là dove era apparso l’Arcangelo, campeggia dal 1753 la grande statua (oltre 5 metri di altezza) che lo effigia, opera dello scultore Peter Anton von Verschaffelt. Questa scultura, che ne ha sostituite diverse di altro materiale e dimensioni, alcune distrutte dal tempo, altre conservate nei musei, simboleggia San Michele nell’atto di rinfoderare la spada, segno della fine della pandemia.

Il fatto dell’iconografia, in questo caso la rappresentazione di uno spirito con le fattezze umane, ci viene spiegato da Beatrice nel canto IV del Paradiso, la quale nel rispondere a uno dei mille dubbi di Dante disseminati per tutta la Commedia così si esprime nei versi 43-48:       

Per questo la Scrittura condescende

a vostra facultate, e piedi e mano

attribuisce a Dio, e altro intende;

e Santa Chiesa con aspetto umano

Gabriel e Michel vi rappresenta,

e l’altro che Tobia rifece sano.

Cioè, dice l’Alighieri per bocca di Beatrice, siccome la vostra capacità di apprendimento passa attraverso i sensi, per poi magari diventare conoscenza intellettiva, la Scrittura si adegua alle vostre facoltà e attribuisce tratti fisici a Dio, intendendo altro; e dunque la Chiesa raffigura con aspetto umano gli arcangeli Gabriele, Michele e Raffaele (che guarì Tobia).

 

Carissimi Fratelli e sorelle,

la Festa del nostro Santo Patrono San Michele Arcangelo ci dice che Gesù è vivo e ci ama. La conseguenza logica è che come gli Angeli anche noi siamo chiamati a 'volare alto', in un servizio di lode a Dio e ai fratelli fatto di concordia, unità e compassione per non restare impantanati nel caos infernale di questo mondo che ci vuole indifferenti e diffidenti. San Michele ci sprona ad imitare Gesù Cristo per essere uomini e donne che con coraggio sanno adoperarsi affinché si respiri l’aria sana dell’amore di Dio. San Michele ci aiuti e ci sostenga in questo desiderio di felicità.

Don Francesco Coluccia

 

Programma delle Celebrazioni

19 - 27 settembre Solenne Novena. Tema di riflessione: «Una Chiesa in uscita».

Ore 18.30 Recita della Corona Angelica.

Ore 19.00 Celebrazione Eucaristica

28 settembre Vigilia della Festa

Ore 18.30 Recita della Corona Angelica

Ore 19.00 Solenne Celebrazione Eucaristica e benedizione con la Reliquia

29 settembre Solennità di San Michele Arcangelo

Ore 7.00/8.30/10.00/11.30/18.00/19.00 SS. Messe

Ore 20.00 Solenne Celebrazione Eucaristica

con la partecipazione delle Autorità Civili e Militari              

30 settembre Giornata del Ringraziamento

Ore 18.30 Recita della Corona Angelica.

Ore 19.00 Celebrazione Eucaristica

 

Programma delle Manifestazioni

29 settembre  presterà servizio

 
Di Redazione (del 26/09/2020 @ 13:41:00, in Comunicato Stampa, linkato 120 volte)

Come eravamo e come siamo.

In questa frase mi piace riassumere lo spirito di questa iniziativa che ripropone, domenica 27 settembre, nel centro antico di Galatina, circa 140 insegne storiche delle attività commerciali che sono state l’anima ed il motore della vita sociale ed economica negli anni 30, 40 e 50 del secolo trascorso.

Un percorso creato per incuriosire, per sollecitare la memoria degli adulti, ma anche un modo per raccontare ai giovani la storia della loro Città.

Per tutti, penso sia un momento di Educazione Civica, intesa come recupero del senso della storia, del rispetto dei luoghi e di coloro che ne hanno dato significato.

Siamo al secondo anno di una proposta che già sembra essere “tradizione”, nata da una intuizione di Massimo Bello e sposata da subito dall’Amministrazione Comunale, che l’ha prima incoraggiata e quest’anno supportata.

Anche il contributo di molte aziende ed attività commerciali del territorio non è mancato.

 
Di Redazione (del 25/09/2020 @ 19:58:16, in NoiAmbinete, linkato 433 volte)

Non vogliamo certamente togliere il lavoro agli operatori ecologici dell’azienda municipalizzata, ce ne guardiamo bene, bensì noi, soci di NoiAmbiente e Beni Culturali di Noha, con questa goccia nell’oceano, azione di puro volontariato senza alcun secondo fine (a qualcuno sappiamo che può non sembrare vero),  con questa ennesima quanto assurda bonifica contro l’inciviltà, raccogliendo il vetro sparso ai bordi di Via Dalla Chiesa e nel tratto della via di Noha (via curve curve) quasi angolo via Giotto, abbiamo semplicemente voluto evidenziare il danno ambientale che qualcuno continua a perpetrare indisturbato, tanto né vigili ambientali comunali, né fotocamere (ahimè… sogni di gloria politichese), né la loro stessa coscienza, riescono a frenare.

Il vetro se gettato nell’ambiente, rappresenta un pericolo per ben oltre 400 anni.

Per la produzione di altre bottiglie di vetro si consumano materie prime soprattutto sabbie silicee e di carbonato di calcio, estratti da nuove e deturpanti cave, tutto a svantaggio dell’ambiente e del territorio, quella casa comune grazie a cui viviamo noi stessi.

Inoltre il riciclo del vetro ci permette di risparmiare tonnellate di combustibile che deve essere consumato per la produzione, ed equivale a fumi di combustione che inquinano l’aria, la terra e l’acqua, ovviamente sempre contro la nostra salute. Quindi, con il recupero del vetro, si riduce l’emissione di CO2, il gas che provoca l’effetto serra e che sta desertificando il pianeta. Salento compreso. Caso mai, sempre quel qualcuno, pensasse di stare su Marte o su chissà quale pianeta.

 
Di Michele Scalese (del 25/09/2020 @ 19:13:42, in Comunicato Stampa, linkato 369 volte)

Loredana è una donna immensa, una donna fra le più brillanti del primo mandato di Michele Emiliano alla guida della Regione Puglia.
Loredana ci mette il cuore nelle sue cose e proprio per questo ha saputo gestire con grande competenza settori come cultura e turismo, rilanciandoli e accompagnando passo dopo passo gli operatori, e questo soprattutto in un drammatico periodo storico come quello che stiamo vivendo.

 

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
14
15
16
17
21
22
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Meteo

Previsioni del Tempo