Di Antonio Mellone (del 18/11/2019 @ 22:28:41, in NohaBlog, linkato 282 volte)

Ci sono molte cose del mio paese che mi inorgogliscono (non ci avrei altrimenti scritto un libro); altre, per fortuna non tante seppur gravi, che mi fanno provare non poca rabbia mista a vergogna.

Nell’un caso e nell’altro non riesco proprio a stare alla finestra, ma reagisco da par mio remunerando (o rendendo la pariglia, a seconda dei casi) con le parole: le quali non vogliono saperne di rimanere intrappolate nella tastiera del mio pc.

E così ho benedetto (etimologicamente s’intende) pasticcerie e rosticcerie, stilisti e blogger, botteghe e cannizzari, artisti, santi e poeti, insomma uomini e donne nohane che hanno contribuito alla bellezza e al genius loci di questo pezzo di geografia.

Questa pagina, dunque, s’aggiunge alle centinaia di altre plaudenti quel che di bello buono e importante riescono a fare i miei compaesani. E questa volta non posso non parlare degli amici Gianni e Serena De Ronzi, fratelli e figli d’arte: i Parrucchieri Mimì.

Senza nulla togliere agli altri coiffeur dei dintorni (che, sono certo, avranno un’ottica calvinista del successo), i Mimì continuano da tempo a essere conosciuti e apprezzati in tutta la provincia, ma anche fuori. Ne ho le prove.

Sarà per via della loro storia che affonda le sue radici nella seconda metà del secolo scorso, allorché mamma Mimina (che ci ha lasciati lo scorso aprile), prima parrucchiera di Noha, rompe gli schemi di una mentalità ancestrale tutta fatta di casa chiesa e - poco ci mancava - burqa per le donne; sarà per gli stupendi saloni, uno in via Collepasso, ricavato in uno dei palazzotti storici del borgo con tanto di volte a stella in pietra leccese, l’altro a Galatina, in viale Santa Caterina Novella, dove si respira un’atmosfera molto simile a quella della casa madre; sarà anche per quel pizzico di fortuna che non guasta mai.

Ma mica è solo questo. Assolutamente. È invece molto, molto altro ancora: sono i  neuroni di questi due ragazzi in continuo travaglio; il loro gusto per il bello (che è sempre combinazione di claritas, integritas e proportio), non disgiunto da creatività e ovviamente talento manuale; la cura dei particolari (dal volume della musica, al tono di voce, al calore degli ambienti, all’illuminazione dei locali, alle estemporanee di pittura e scultura che spesso trasformano i suddetti due saloni in gallerie d’arte); il garbo, la preparazione e la capacità di ascolto anche da parte delle brave e giacché pure belle collaboratrici (senza validi colleghi non si è nessuno); lo studio costante della tecnica del taglio, e dei metodi del trattamento dei capelli e certo della cute. Non di rado i corsi di formazione sono tenuti da esperti tricologi, oltre che da maestri di acconciature e da altri specialisti del settore provenienti da tutta Italia, nell’adiacente Centro Polifunzionale Mimì, un’accademia a km0 (frequentata pure da numerosi altri parrucchieri salentini): quelle aule che ormai, oltre che sale studio, sono altresì luogo di convegni, concerti e teatro [anche il sottoscritto e i suoi compagni di lavoro ne hanno ultimamente usufruito per una follia teatrale di cui forse a breve verrà data notizia, ndr.].

E non è un caso che Serena e Gianni Mimì si affidino a consulenti di un certo spessore: mi riferisco all’agenzia di comunicazione Metropolitan Adv di Galatina, fatta da cultori della parola e dell’immagine, ragazzi davvero in gamba (lasciatevelo dire da un economista aziendale esperto del ramo), i quali non si limitano a una mera campagna pubblicitaria, ma vivono l’azienda diventandone, a proposito di squadra, un vero e proprio “dodicesimo uomo in campo”; per non parlare poi del Daniele Cutroni (danielecutroni.it) che qui è letteralmente di casa.

Insomma, guai a saltare una seduta dal parrucchiere. Come dall’analista, da Mimì costa meno e ti mette davvero la testa a posto.

Antonio Mellone

 

 
 

La grande attesa in Salento Best Volley per le delibera del Consiglio Federale FIPAV, in merito al Certificazione di Qualità del Settore Giovanile che assegna i relativi Marchi alle società sportive, non è andata delusa.

Tra le 393 società di tutta la penisola aventi le caratteristiche richieste dall’ottavo bando di concorso, SALENTO BEST VOLLEY è stata valutata destinataria del Certificato di Qualità standard, al pari di altre quattordici società pugliesi.  L’importante riconoscimento si colloca come il quarto trofeo nella storia societaria S.B.V. ,il cui primo trionfo risale al biennio 2008-2009 , per poi ripetersi nel 2010-2011 e  nel 2012-2013.

A distanza di sei anni la bontà delle metodologie di formazione dei giovani atleti, messe in atto da un gruppo di tecnici competenti, dichiara il presidente Corrado Panico, viene premiata dalla Federazione qualificando l’importante lavoro svolto per i giovani, con i giovani. E’ motivo di orgoglio incastonare questo riconoscimento nelle attività che la nostra società sportiva esprime in più ambiti: dalla collaborazione con le scuole, agli interventi nel sociale, attivando iniziative solidali. Il mio ringraziamento è per tutti, atleti e genitori, staff tecnico ed organizzativo, in quanto è stata la coralità del lavoro svolto ad assegnarci questo importante riconoscimento.“

 

Di Albino Campa (del 18/11/2019 @ 21:36:36, in Comunicato Stampa, linkato 29 volte)

Terza vittoria in altrettante gare per la Showy Boys Galatina impegnata nel campionato regionale di II livello serie D. Alla bella vittoria casalinga contro il Frascolla Taranto, il team di mister Nuzzo fa seguire un nuovo risultato positivo sul campo del Marittima. La sfida di domenica scorsa alla palestra dell’Istituto Comprensivo di Andrano termina con un rotondo 0-3 in favore dei giovani allievi della Showy Boys che, in appena un’ora di gioco, riescono a chiudere un match mai stato in bilico. L’impegno dei giocatori del Marittima non è sufficiente a fermare la compagine bianco-verde che fa del gioco di squadra il suo punto di forza. Se pur priva dall’inizio della stagione sportiva e del campionato dell’opposto Donno (imminente il suo ritorno in campo), la Showy Boys  riesce a portare a casa la vittoria con il contributo di tutti i suoi effettivi. Il Marittima ha fatto quello che ha potuto al cospetto di un giovane gruppo che gioca con disinvoltura ma con efficacia. Il successo nella terza giornata di campionato, ottenuto con i parziali di 21-25, 16-25, 22-25, porta i ragazzi bianco-verdi al primo posto in classifica. Siamo appena all’inizio del torneo, ma i risultati positivi, soprattutto nei più giovani, infondono sempre fiducia e nuovi stimoli. Nel prossimo turno, la Showy Boys sarà di nuovo impegnata fuori casa. Domenica 24 novembre, affronterà il Leporano presso la palestra polifunzionale (ore 18).

Nei campionati giovanili di categoria, invece, l’attesa sfida nel torneo under 16 con il Progetto Azzurra Alessano premia i bianco-azzurri che con uno 0-3, forse un po' “bugiardo”, si aggiudicano il match giocato venerdì 15 novembre nella palestra di Noha. Ad esclusione del primo parziale (14-25), nel resto dell’incontro a penalizzare i ragazzi della Showy Boys sono stati i troppi errori punto che hanno agevolato il già esperto team ospite. Nella prossima giornata la compagine under 16 osserverà un turno di riposo.

 

Di Redazione (del 14/11/2019 @ 19:58:13, in Levèra, linkato 92 volte)

“#ISA”, scritto e diretto da Walter Prete, è il primo capitolo di una serie teatrale ispirata al Decameron di Boccaccio.

Nel nuovo allestimento di ALIBI, però, le novelle dell’autore fiorentino vengono ambientate nel mondo d’oggi: un divertimento e una sfida quindi, sia per il pubblico che per gli attori di ALIBI, che da anni ricercano una voce indipendente attraverso la scrittura per il teatro.

“L’idea di lavorare sul Decameron in un’ottica contemporanea – dice Walter Prete autore e regista dello spettacolo- ci sembra interessante perché oggi, esattamente come ai tempi di Boccaccio, stiamo vivendo un’epoca di frattura: allora ci si affacciava all’epoca moderna, con la crisi della Chiesa e dell’etica cavalleresca, la caduta dei potentati politici e territoriali. Questa situazione in cui era chiaro cosa stesse finendo, ma non si sapeva cosa sarebbe venuto dopo, era come un salto nel buio, un periodo di forte incertezza e precarietà.


 

Di Redazione (del 14/11/2019 @ 19:56:48, in Cronaca, linkato 1764 volte)

Ricoverato in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce un 27enne di Noha (G.G.) centrato al volto da un colpo di pistola.

L’autore del tentato omicidio (A.B.), un 37enne di Noha, incensurato, è stato fermato dai Carabinieri e accompagnato in Caserma, dove sarà interrogato. Dovrà chiarire i motivi che lo hanno spinto ad impugnare una pistola, puntarla contro il ragazzo e premere il grilletto.

Probabilmente la discussione degenerata nel sangue è dovuta a futili motivi. La lite sarebbe avvenuta nei campi tra Galatina e Noha, nei presi di un'azienda agricola dove lavora la vittima.

Il 27enne, una volta soccorso, è stato accompagnato al “Vito Fazzi” di Lecce. I medici lo hanno sottoposto ad una tac prima di ricoverarlo, in prognosi riservata, nel reparto di Rianimazione, dove è piantonato dai carabinieri. Le sue condizioni sono gravi, ma non sarebbe in pericolo di vita.

L’autore del tentato omicidio è stato individuato e rintracciato quasi subito dai carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile di Gallipoli che lo hanno portato in caserma per interrogarlo. Sul posto i carabinieri di Gallipoli e il Nucleo Investigativo per i rilievi.

 

Sabato 16 Novembre, ore 18.30, presso l’Ex complesso Monastico delle Clarisse (Convento di Santa Chiara) – Galatina, L’associazione “Città Nostra” presenta il convegno di apertura del progetto, cofinanziato dalla Regione Puglia nell’ambito dell’avviso Puglia Capitale Sociale 2.0 – Linea A”: “Incursioni – Percorso Partecipato per l’educazione al paesaggio”. Il progetto è stato presentato in partenariato con l’APS “Inondazioni” e in collaborazione con: Il Comune di Galatina; Istituto Comprensivo Polo 2 Galatina; Istituto Comprensivo Polo 3 Galatina; ECOM Servizi Ambientali.

Il percorso progettuale ha come obiettivo finale quello di realizzare una rete territoriale permanente che si occupi di educazione al paesaggio e che, nel corso del tempo, possa essere in grado di proporre azioni di cittadinanza attiva per fare crescere insieme una responsabilità civica e una nuova consapevolezza sull’identità dei luoghi che rendono unico un territorio. Le azioni di progetto individuate richiedono il coinvolgimento attivo e propositivo di tutta la comunità e dei suoi attori: bambini; giovani; formatori; Istituzioni, Aziende.

 

Di Redazione (del 14/11/2019 @ 19:49:29, in Levèra, linkato 76 volte)

Cos’è un corso di teatro?

Al massimo riesco a dire cosa non è.

Non è una scuola, che a scuola si impara al massimo a capire la televisione (lo diceva McLuhan, io non c’entro, ma neanche mi dissocio).

Non è un modo per vincere le proprie timidezze. E poi, perché combattere contro la natura del nostro essere? Perché non usarla?

In un corso di teatro non si diventa attori, che già per diventare pessimi attori non bastano vent’anni.

Magari si diventa spettatori più critici, più esigenti, e già solo per questo varrebbe la pena provare.

Non si cresce più che in un qualsiasi altro corso, magari di cucito o di gestione software.

Forse il teatro fa più fico?

Intanto credo di sapere perché mi piace chiamarlo ‘laboratorio’: un laboratorio posso immaginarlo come un luogo dove si sperimenta, si prova, si rimette tutto in discussione, a volte si salta in aria, si esplode, e allora devi ricominciare daccapo, senza ansia da prestazione, che quando si ha un’idea fissa, qualcosa di urgente che si vuole comunicare, l’ansia non c’entra più niente, è roba da attori da posa in posa per chi sa chi, e il giudizio non appartiene al teatro. O si giudica o ci si perde nel gioco del teatro, ed io preferisco la seconda.

 

Di Redazione (del 13/11/2019 @ 19:01:11, in Comunicato Stampa, linkato 102 volte)

"Alberi per il Futuro" è un’iniziativa apolitica e apartitca che vede coinvolti enti, associazioni e privati cittadini nella piantumazione di alberi nelle aree urbane, in modo da favorire la forestazione urbana, migliorare le condizioni ambientali degli abitanti delle città, tramite l’assorbimento dell’inquinamento acustico, del CO2 e delle polveri sottili. 

Dal 2015 ad oggi l'iniziativa ha garantito al Paese la piantumazione di più di 40.000 alberi in oltre 200 comuni. 

L'appuntamento a Galatina è fissato per sabato 16 e domenica 17 novembre. Saranno presenti all'iniziativa i portavoce nazionali del M5s Leonardo Donno e Dino Mininno, il consigliere comunale Paolo Pulli insieme ad altri rappresentanti dell'amministrazione comunale, cittadini ed associazioni.

Partecipare è semplicissimo: basterà portare guanti da lavoro, pale, zappe, allegria e forza di volontà.

Di seguito il programma della due giorni: 

- Sabato 16 Novembre piantumazione in Corso Re d’Italia (con ritrovo presso il piazzale della stazione alle ore 8:30) 

- Domenica 17 Novembre piantumazione sulla villetta di Via Orsitano e nell’aiuola sita all’angolo tra Via Corigliano e Via Topazio (con ritrovo presso il Campo Sportivo alle ore 8:30).

 

Di Redazione (del 13/11/2019 @ 18:58:24, in Comunicato Stampa, linkato 85 volte)

E’ già diventato un punto di riferimento sul territorio. Stiamo parlando del settore femminile della Showy Boys, società sportiva riconosciuta dalla Fipav come Scuola di Pallavolo con Marchio di Qualità per l’attività giovanile. La società galatinese, che nei suoi anni di attività ha sempre concentrato il lavoro tecnico nel settore maschile, ha prima programmato e poi avviato, appena due anni fa, un settore femminile.

“Si è deciso di raccogliere le richieste che numerose famiglie avevano avanzato alla nostra associazione affinché avviasse dei corsi di pallavolo riservati alle ragazze – spiega il direttore tecnico della Showy Boys, Francesco Papadia – e all’attività maschile si è così affiancata, da poco tempo, quella femminile, che sta registrando numerose adesioni”.

Nello specifico si sono aperte le iscrizioni ai corsi di minivolley S3, per le bambine sino ai dieci anni, e ai corsi di pallavolo, per le ragazze sino ai 15 anni.

“Abbiamo scelto di partire dalla base, vale a dire dall’attività ludico-ricreativa per i più piccoli e con un gruppo under 14 – aggiunge Papadia – oggi registriamo la presenza di tre gruppi ben avviati che vanno dal minivolley, under 14 e under 16 per un numero di allieve che continua a crescere. In questi due anni, la Showy Boys ha scelto di dedicare particolare attenzione al Laboratorio di sport, privilegiando più la formazione tecnica delle allieve che la partecipazione ai campionati provinciali che diventerà ovviamente primaria in una seconda fase”.

 

 

 

Il Meteo Nohano
...
Noha T min T max Vento Prob. Precipitaz. [%]

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
15
16
17
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata