\\ Home Page : Pubblicazioni
Di seguito gli articoli e le fotografie pubblicati nella giornata richiesta.
 
 
Articoli del 12/01/2021

Il Comune di Galatina è stato ammesso al finanziamento di € 41.000,00 per interventi di rimozioni di rifiuti illecitamente abbandonati su aree private: è tra i 25 Comuni ammessi in tutta la Regione Puglia!

E' un risultato importante che si aggiunge a tutti gli altri che in questi anni sono stati ottenuti dall'Amministrazione Amante nella lotta contro gli abbandoni dei rifiuti non solo su aree pubbliche ma anche su quelle private. L'Ente, su sollecitazione dell'Assessore alle politiche ambientali Cristina Dettù, ha redatto un progetto secondo quanto disposto dall'avviso pubblico della Regione Puglia: è stato un lavoro congiunto tra vari uffici, dal settore urbanistica ai lavori pubblici passando dalla Polizia Locale che, come di consueto, ha svolto la propria attività di individuazione e sorveglianza delle aree oggetto di abbandono illecito di rifiuti. Ancora una volta è evidente come la Città di Galatina dimostri attenzione e cura verso l'ambiente, il proprio territorio, verso la salvaguardia di un bene che deve essere tutelato da tutti, non solo dalle istituzioni. Infatti, come dichiara l'Assessore Dettù, "i risultati ottenuti sono un incentivo per continuare in questa direzione: la sensibilizzazione, l'educazione e il lavoro ordinario devono proseguire perché è necessario innanzitutto alimentare una cultura in grado di far sì che ognuno dei nostri concittadini possa considerare l'ambiente come proprio". "Il nostro lavoro si sviluppa in tal senso - prosegue il Sindaco Marcello Amante - c'è ancora tanto da fare ma siamo in perfetta marcia. E questo grazie anche all'impegno di tutti i cittadini nella gestione della raccolta differenziata che consente alla Città, in tema di percentuale di RD, di collocarsi tra i Comuni virtuosi, beneficiari tra l'altro di agevolazioni proprio in sede di partecipazione a bandi regionali come questo".

Ufficio stampa Marcello Amante
sindaco di Galatina (LE)

 
DONNO (M5S) SCRIVE AI SIN

Dopo più di un anno dall'avvio della battaglia, il deputato del M5S Leonardo Donno continua a chiedere il ripristino della legalità sul fronte dell'edilizia residenziale pubblica. Nelle scorse ore il parlamentare ha preso carta e penna e ha indirizzato a tutti i sindaci della provincia di Lecce una lettera contenente una richiesta di ricongnizione urgente sulle occupazioni abusive di alloggi popolari di proprietà comunale.

«Il 10 luglio 2019 - ricorda Donno - ho presentato ad ARCA SUD una richiesta di accesso agli atti per prendere visione delle procedure di decadenza delle assegnazioni delle abitazioni popolari avviate a decorrere dall’anno 2009 in tutti gli immobili del Leccese. Dal riscontro all’istanza è risultata la sussistenza di 323 pratiche di decadenza relative all’assegnazione delle case popolari per la Provincia di Lecce, che attendono ancora di essere evase.
Il 25 settembre 2019 - continua Donno - a seguito di una seconda richiesta di accesso agli atti relativamente alle occupazioni abusive, sempre con decorrenza dall’anno 2009, è emersa la sussistenza di ben 405 occupazioni illecite. Con una nuova richiesta di accesso agli atti fatta ad ottobre 2020 - continua il parlamentare - ho potuto constatare che la situazione è rimasta pressoché invariata, in alcuni Comuni addirittura è peggiorata».

Dacché quello delle occupazioni abusive non è un problema escusivamente inerente gli alloggi Arca Sud, Donno adesso chiede il conto sugli alloggi comunali, «poiché il periodo di quarantena potrebbe aver comportato l’aumento delle occupazioni abusive - si legge nella missiva inoltrata ai sindaci - come avvenuto in altre province del territorio nazionale».

«Mi preme ribadire, ancora una volta, che l'obiettivo di questa battaglia non è assolutamente quello di lasciare per strada la povera gente, anzi.
Ma dagli accertamenti che sto conducendo in questi mesi - e che non rendo sempre pubblici, ma lo farò al momento giusto - sono emersi fenomeni di una gravità inaudita e che, in alcuni casi, chiamano in causa amministratori in prima persona. Una vergogna assoluta.
Addirittura politici locali coinvolti che avrebbero "agevolato" l'ingresso di occupanti abusivi all'interno di alloggi destinati a chi ha veramente bisogno. Tutto questo è stato portato all'attenzione della Procura e quindi attendiamo che la Magistratura faccia il suo lavoro.
Ai paesi che detengono un amaro primato - in un'ipotetica classifica sul fenomeno - ho già fatto presente, a più riprese, la mia piena disponibilità a farmi portavoce di qualunque esigenza o intoppo burocratico che gli stessi sindaci sono chiamati a fronteggiare.
Troviamo una soluzione insieme. Io ci sono.
Qualcuno ha scelto di cavalcare l'onda della polemica, strumentalizzando la mia battaglia. A costoro - continua Donno - consiglio un approccio più collaborativo, se l'obiettivo è realmente quello di contrastare il fenomeno, al di là dell'appartenenza a questa o quella bandiera politica.
Anche di questo ho avuto modo di parlare con la Prefetto Trio nei gironi scorsi, la quale mi ha garantito la massima attenzione. Ho confermato alla Prefetto massima disponibilità e continuerò ad aggiornarla su eventuali segnalazioni di illegalità concernenti le occupazioni abusive. Solo lavorando in sinergia e con la volontà concreta di risolvere i problemi, potremo ripristinare la legalità e la giustizia sociale tutelando i cittadini onesti».

M5S

 

Fotografie del 12/01/2021

Nessuna fotografia trovata.

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

La struttura della vecchia scuola elementare di Noha è stata inaugurata e subito chiusa da:

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< gennaio 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
13
14
19
22
29
             

Meteo

Previsioni del Tempo

La Raccolta Differenziata