Di Redazione (del 10/01/2020 @ 19:35:07, in Levèra, linkato 172 volte)

Terzo spettacolo teatrale della rassegna "L'indisciplina - Teatro Resistente" che per il terzo anno consecutivo si tiene a Noha nei locali di via Bellini, intitolati ad Antonio Montinaro, caposcorta di Giovanni Falcone.  

Il titolo della pièce è "L'acqua santissima" di e con Fabrizio Pugliese.

Uno sguardo lucido e spietato sulla mafia, i suoi rituali, i simboli, i miti e le sue  leggi: un fenomeno di classi dirigenti, di incoscienza di classe, di oppressione del ricco sul povero, di eterna trattativa, di ignoranza al ribasso. Onde aveva ragione De Andrè: "Non esistono poteri buoni".

 
Di Redazione (del 10/01/2020 @ 18:51:53, in Comunicato Stampa, linkato 199 volte)

Prossimo Open Day previsto per domenica 12 gennaio 2020, dalle 10:00 alle 12:00, con la presentazione dei nuovi indirizzi professionali “Servizi Commerciali – Sportivo” e “Produzioni Tessili Sartoriali (Moda)”

Nell’ambito delle iniziative finalizzate alla scelta della Scuola Secondaria di II grado, da parte degli studenti di terza media, l’I.I.S.S. “Laporta/Falcone-Borsellino” di Galatina comunica l’attivazione dei seguenti nuovi indirizzi professionali:

  • SERVIZI COMMERCIALI - CURVATURA SPORTIVA;
  • INDUSTRIA E ARTIGIANATO PER IL MADE IN ITALY - opzione PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI (MODA).

I suddetti percorsi arricchiscono la già ampia offerta formativa presente sia presso l’Istituto Tecnico (Economico e Tecnologico), sia presso l’Istituto Professionale (Servizi, Industria e Artigianato, Corsi Serali).

Per conoscere tutte le opportunità di studio offerte dall’Istituto per l’A.S. 2020-2021, sarà possibile visitare le nostre sedi nei seguenti giorni:

  • DOMENICA 12 GENNAIO 2020 ore 10:00-12:00;
  • SABATO 25 GENNAIO 2020 ore 16:00-19:00;
  • GIOVEDÌ 30 GENNAIO 2020 ore 16:00-19:00.
 
Di Raimondo Rodia (del 07/01/2020 @ 21:02:17, in NohaBlog, linkato 752 volte)

Era da molto tempo che volevo raccontare lo stemma di Noha, tra i più originali e particolari tra i tanti presenti in terra d'Otranto, con simboli che secondo me hanno poco a che fare con la storia del luogo. Allora passiamo a descrivere direttamente lo stemma iniziando proprio dalle tre torri che rivedo nell'affresco della basilica di Santa Caterina della " Pentecoste " presente nel deambulatorio di destra, dove cinquanta giorni dopo la Pasqua si vede lo Spirito Santo discendere su Maria ed intorno a lei i dodici apostoli ed alle sue spalle le tre torri che come nel nostro stemma rappresentano la Maria moglie e non madre come raccontato in molti vangeli apocrifi. Sono proprio le tre torri a rappresentare Maria Maddalena o di Magdala traduzione di " Torre " sia in aramaico, che in ebraico. Migdal era un paese sulle sponde del lago di Tiberiade conosciuta anche come Genezaret.  Noha è un sito archeologico, che conserva questo toponimo da tempo immemorabile.

Noha era uno snodo cruciale di una strada che in epoca pre-romana collegava San Cataldo, sul mare Adriatico, a Torre San Giovanni, sul Mare Ionio. Che è come dire Felline, o meglio, il porto di Felline chiamato Posto Rosso a ricordare le origini Fenicie. Se Magdala significa " Torre " il nome Maria potrebbe significare “ribelle”, “amara” o “forte”, ma anche “colei che si innalza” o che “è innalzata” oppure ancora “profetessa” o “Signora”. La tradizione cristiana di San Gerolamo la fa derivare dall'ebraico “mar yam” (goccia di mare), in latino Stella maris, “stella del mare”, con cui viene pure indicata la madre di Gesù, chiamata Maria Vergine. Stella Maris era pure il nome di una nave templare che solcava la rotta di “Ofiuco”, legata alla storia oppure alla leggenda come molti ritengono delle sette sorelle, alle quali si deve collegare la fondazione dell’Ordine delle sorelle di Maria Maddalena (anno 1224), ad opera del Cavaliere Templare Rodolfo di Worms.

 
Di Redazione (del 07/01/2020 @ 20:45:55, in Comunicato Stampa, linkato 153 volte)

Riprendono gli impegni sportivi in casa Showy Boys dopo la pausa per le festività. Nonostante lo stop forzato nel campionato regionale e nei tornei di categoria, la prima squadra ed i gruppi giovanili hanno continuato a svolgere le sedute di allenamento senza sosta e agli ordini dei rispettivi tecnici. Mister Nuzzo ha concesso il riposo ai suoi ragazzi solo in concomitanza del Natale, Capodanno ed Epifania, chiedendo un ulteriore impegno in vista delle prossime gare che chiuderanno il girone di andata del campionato di serie D.

“Sono soddisfatto della risposta avuta dalla squadra nella programmazione dei giorni di allenamento – dichiara l’allenatore Gianluca Nuzzo – lavorare in palestra in occasione delle festività non è semplice, ma i ragazzi hanno dato prova di maturità mettendosi a disposizione e facendo grossi sacrifici. D’altronde, i risultati si ottengono solo con il sacrificio e la consapevolezza che occorre mantenere un alto standard di lavoro – aggiunge il tecnico – questi giorni hanno permesso ai singoli atleti di svolgere una preparazione mirata, come nel caso dell’opposto Donno ritornato in campo dopo l’infortunio che lo ha tenuto fermo dall’inizio della stagione”.

L’attività della Scuola Volley è continuata anche per i gruppi giovanili del settore maschile e femminile che, da questa settimana, sono chiamati ad affrontare le prime gare federali del nuovo anno.

 

Italia Viva Galatina intende porre una questione rilevante per la sicurezza sanitaria delle persone che afferiscono all'ospedale Santa Caterina Novella. Da diversi anni è chiaro che il piano di riordino ospedaliero deve essere effettuato e portato a compimento. Chiediamo una migliore gestione di questo delicato momento che dura ormai da mesi, da anni. Serve molta più competenza organizzativa. Chiediamo di non per tenere conto delle pressioni personali dei vari soggetti coinvolti (scelta che potrebbe risultare  campanilistica), chiediamo di porre al centro dell’interesse pubblico solo il merito. Il riordino ospedaliero deve essere effettuato evitando di mettere in pericolo la sicurezza sanitaria delle persone che continuano ad avere come punto di riferimento il Presidio Ospedaliero di Galatina. Purtroppo, continuiamo a vedere medici che lavorano in stato emergenziale al limite del rispetto dei basilari sistemi di sicurezza. Sono tutti sotto stress e i pazienti avvertono un disagio non più tollerabile.

I decisori politici ripetono da tempo che i reparti non verranno depotenziati fino a quando non verrà organizzato un servizio ottimale in altro Ospedale che possa sostituire il reparto da chiudere. Osserviamo con rammarico che tutto questo non avviene. Il Reparto di Gastroenterologia del PO di Galatina, fino a qualche anno fa fiore all'occhiello della sanitá provinciale, è in chiusura e lo sappiamo. Ma quello che ancora oggi non è chiaro è dove dovranno curarsi i pazienti visto che l’organizzazione di un futuro reparto di Gastroeneterologia all'ospedale Vito Fazzi è assolutamente in alto mare.  La gestione dell'attuazione del piano di riordino ospedaliero ci appare schizofrenica e gestita male con conseguenze per le persone più deboli che si affidano a reparti depotenziati, anche se non chiusi definitivamente,  svuotati di personale e delle relative apparecchiature. Logica e buon senso vuole che un reparto o funziona correttamente o non ha motivo di rimanere in funzione.

 

 Ordinanza Sindacale n.2/2020

 

 Ordinanza Sindacale n.3/2020

 

Il primo gennaio 2020, in occasione dell’evento di Capodanno a Galatina, organizzato dall’Amministrazione Comunale e dall’Associazione “Quelli di piazza San Pietro 2.0”, abbiamo donato, all’ETS “Cuore e mani aperte verso chi soffre” O.d.v., un cospicuo assegno a sostegno del progetto Bimbulanza.

Il contributo di 1730€ è frutto del ricavato della vendita delle bottiglie di vino solidale. Grazie a Print King che ha completamente coperto il costo delle etichette personalizzate ed alla Cantina Fiorentino che ci ha consentito, sposando in pieno la nostra causa, di acquistare le bottiglie con uno sconto unitario di 1,75€ dal prezzo di vendita in cantina (5€), siamo riusciti, in meno di due mesi, a rivendere 988 bottiglie e raggiungere così una cifra importante che servirà a coprire i costi di gestione della prima ambulanza pediatrica del sud Italia.

Un ringraziamento particolare al club “Cuore Giallorosso” dell’amico Gaetano Gaballo, a Puntophoto di Bello Gianluca, a Mary Fabozzi di Calimera e Mary Ragusa di Bagnolo che tanto ci hanno aiutato nella vendita del Vino Solidale.

 
Di Redazione (del 04/01/2020 @ 09:46:02, in Comunicato Stampa, linkato 261 volte)

Sabato 4 Gennaio 2020 l’Associazione Bici & Solidarietà e il Circolo ACLI di Carovigno, nell’anniversario del “Rogo delle biciclette”, organizzano una pedalata da Carovigno a Galatina attraverso i luoghi della protesta contadina degli anni 50 per la rivendicazione delle terre incolte dell’Arneo.

I ciclisti partiranno da Carovigno nella prima mattinata proseguendo per San Donaci, teatro degli scontri della famosa “Guerra dell’uva” e toccando Veglie, dove ci fu il “Rogo delle biciclette”. Il più importante movimento di lotta per la terra che si sviluppò tra la fine di dicembre 1949 e gli inizi di gennaio 1950 nell’Arneo. Migliaia e migliaia di contadini poveri e braccianti dell’area ionico-salentina, provenienti da diversi paesi del Salento, occuparono una parte dei vasti latifondi che appartenevano a poche grandi famiglie.

La giornata in bicicletta si concluderà a Galatina con la consegna di una targa ricordo alla città per ricordare l’impegno della popolazione locale che scese in piazza in massa a sostegno dei contadini con scioperi e manifestazioni.

 
Di Redazione (del 02/01/2020 @ 21:10:43, in Comunicato Stampa, linkato 156 volte)

Con il patrocinio ed il supporto del Comune di Galatina, in partenariato con l’Università Popolare “Aldo Vallone” della città, l’Associazione Percorsi Meridiani propone un evento dedicato al grande filosofo e medico Marco Antonio Zimara, vissuto tra la fine del 1400 ed i primi tre decenni del 1500.

La cittadinanza salentina è invitata per domenica 5 gennaio 2020, alle h. 18.00, a Galatina, presso l’ex Convento delle Clarisse, in Piazzetta Galluccio, a partecipare all’incontro dedicato alla fama raggiunta dal filosofo e dalla sua operetta più conosciuta in Europa.

L’iniziativa non è dedicata e rivolta ai soli specialisti o cultori della disciplina; dopo i saluti istituzionali da parte di Marcello Amante, Cristina Dettù e Nicola Fiore, introdurrà Beatrice Stasi, insigne italianista e Presidente dell’Università Popolare “Aldo Vallone” e relazionerà Alberto Basset, Delegato alla Sostenibilità dell’Università del Salento, già Presidente della Società Europea di Ecologia; concluderà la serata l’intervento audio-visuale di Luca Carbone, curatore della ricerca e del volume sui Problemata dello Zimara. La serata sarà animata dalla lettura di alcuni dei quesiti zimariani, in più lingue europee, a cura del Laboratorio Teatrale dell’Università Popolare; e saranno esposte alcune delle edizioni originali delle opere zimariane, provenienti da una collezione privata. Ai presenti verrà data omaggio copia del volume “Del Libro dei Problemi” di Marco Antonio Zimara Filosofo e Medico pubblicato per i tipi dell’Editrice Salentina.

Zimara, allievo tra gli altri del celebre Pomponazzi, addottoratosi a Padova, prima in filosofia e poi in medicina, vi divenne professore, cominciando inoltre un’intensa attività ‘autoriale’ ed ‘editoriale’.

 

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< febbraio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
15
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
 
             

Meteo

Previsioni del Tempo