Di Antonio Mellone (del 18/04/2021 @ 18:54:59, in NohaBlog, linkato 142 volte)

Cari partiti o movimenti o liste civiche, tanto sempre là stiamo, sembra che di questi tempi abbiate ritrovato una verve dialettica, una vis polemica (vabbè comica), quando non una vena poietica che non si vedevano dalle precedenti amministrative per l’elezione del Consiglio e del Sindaco (s’intende quello con la maiuscola) del nostro povero comune. Non passa settimana che non si legga in giro, tra un dato dei contagi e uno dei Recovery, qualche comunicato-stampa dei vostri. Ma cosa v’è preso? Guardate che le votazioni sono ancora ben lontane dall’esser celebrate, seppur ci venissero gentilmente concesse, e di questo passo vi arrivereste spompati.  

A scanso di equivoci vorrei premettere che noi di Noha.it siamo di bocca buona, così tanto che abbiamo accolto e continuiamo ad accogliere per la loro pubblicazione veline di cani e porci. Basterebbe farsi un giro nell’archivio relativo alla diciamo politica locale e nazionale per rinvenire scritti, video, interviste, dichiarazioni, lettere aperte (mai una volta chiuse) e comizi di personaggi pneumaticamente defunti (r.i.p.) che con sintassi, grammatica ma soprattutto logica avevano lo stesso feeling che Erode doveva avere con gli innocenti.

Ergo lungi da noi, per carità di patria, qualsiasi intento censorio o peggio ancora intimidatorio nei confronti di chicchessia, tipico di chi è in contenzioso personale con la democrazia più che con qualche voce stridula; ma abbiate pazienza e prendete pure queste righe come una preghiera, un appello, anzi come una consulenza spassionata gratis et amore Dei.

Non è nostra intenzione stilare qui di seguito un decalogo del perfetto comunicato stampa, ma vivaddio almeno l’essenziale, tipo: la buona creanza di cambiarne l’immagine a corredo se non proprio la forma dell’elaborato per ogni sito internet destinatario (o pensate siano encicliche, le vostre?); l’accortezza di non firmare in calce lo scritto se nel testo il firmatario viene intervistato in prima o in terza persona da se medesimo; ma soprattutto, ove possibile, attenzione a non tradire la Politica tre volte prima di sentir cantare il gallo due volte. Guardate, ci sono così tante cose belle da leggere, libri, poesie, articoli, vedere video e film, per cui sottrarre tempo prezioso con certi interventi è un vero e proprio delitto. E mi riferisco al tempo reciproco: vostro nel mettervi a tavolino a battere su quella tastiera (che non è un marciapiede) e nostro nel leggervi (che non può trasformarsi in reggervi). Ma tant’è. 

 
Di Redazione (del 16/04/2021 @ 20:04:20, in NoiAmbinete, linkato 191 volte)

Abbiamo fatto un conto approssimativo, tanto per avere un’idea di quanti ettari di verde ci sono stati sottratti dagli impianti fotovoltaici galatinesi, quelli che hanno infranto il “REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI NEL TERRITORIO DI GALATINA REVISIONE X-2010”, fruibile in rete:

https://www.comune.galatina.le.it/documenti/delibere_consiglio/REGOLAMENTOPIANOENERGETICO.pdf

Il suddetto regolamento prevede che gli impianti in aperta campagna siano protetti da recinzioni “leggere” e che queste siano a loro volta coperte visivamente da essenze arboree, quindi obbliga i costruttrori di impianti fotovoltaici a predisporre sostanzialmente delle siepi (vere) intorno all’area occupata dai pannelli per tutto il perimetro.

Abbiamo cercato un campo fotovoltaico dappertutto intorno a Galatina, non se ne trova nemmeno uno che abbia una essenza arborea intorno, che non sia qualche filo d’erba spontaneo. Più che essenza avranno capito assenza? Insomma fatta la legge trovato l’inganno.

Contando gli impianti esistenti su Galatina e i 100 ettari su Noha, considerando una media di 750 metri lineari di perimetro per ogni impianto (si può fare semplicemente con le opzioni di Google, non ci vuole mica la bacchetta magica), si direbbe che siano stati oltre 32 i chilometri di essenza arborea “sfilati” al patrimonio arboreo di Galatina e frazioni. Se teniamo conto che la città di Galatina si sviluppa su una superfice rettangolare con all’incirca 2500 metri lineari per 1500, ai relativi lati, immaginando di mettere 15 file di piante (una ogni cento metri) lunghe 2500 metri lineari cadauna, avremmo un bosco grande quanto tutta la superficie urbana. Un bosco perso grazie al mancato rispetto della legge.

In tempi come quelli che stiamo vivendo, di emergenza climatica e di lotta contro l’inquinamento (Covid e Xylella compresi), è necessario cambiare stile di pensiero nei confronti delle piante. Dobbiamo renderci conto che sono l’unica strada concreta per tentare quantomeno di ridurre i danni all’ambiente e salvaguardare quindi il futuro, che non è solo nostro.

Quindi, quanto facciano bene le piante lo dice la scienza e lo dicono anche i nostri polmoni. E purtroppo lo dice anche il rapporto di salute della provincia di Lecce, RePol 2020, in cui Galatina risulta in testa alla classifica, insieme ad altri 15 comuni limitrofi, con il più alto tasso di tumori ai polmoni.

In conclusione chiediamo a questa Amministrazione, e ovviamente alle future, di tutelare al meglio la salute del nostro Ambiente, facendo rispettare legge e regolamenti ove previsto a suon di multe, e chiedendo il ripristino immediato del parco di essenze arboree mancante all’appello.

 

Il Direttivo di NoiAmbente e Beni Culturali

 

SCHEDA TECNICA

Casella di testo: SCHEDA TECNICA

Nella mappa sopra, sono rappresentati tutti gli impianti fotovoltaici presenti e in richiesta di allestimento sul territorio comunale di Galatina. I quattro indicati con i numeri: 1; 2; 3 e 4 sono stati presi a campione come dimostrazione (vedi foto) che nessun impianto è in regola, in quanto sprovvisto di recinzione arborea come previsto dal Regolamento Comunale citato.

Nell’immagine sotto un esempio di rilevamento dei metri lineari effettuato con google maps del perimetro di un impianto (nello specifico quello di Contrada Roncella a Noha). Avendoli misurati tutti con questo metodo, ovviamente molto indicativo, risulterebbero ben km 32,500. Una fila di alberi da Galatina fino a Punta della Palacia sull’Adriatico

.

Volendo distribuire equamente i 32 chilometri e mezzo di essenze arboree, concentrati nell’abitato di Galatina, giusto per capire il polmone di verde che è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari, e soprattutto ai nostri polmoni, abbiamo immaginato di mettere 15 filari di piante lunghi km 2,5 alla distanza di circa 100 metri l’una dall’altra: ebbene, risulterebbe coperta dal verde tutta la superficie urbana del nostro Comune. Con il deserto che avanza nelle nostre campagne, ci manca proprio

.

 

Di seguito la segnalazione protocollata il 13 aprile 2021:

Download PDF.

 
Di Albino Campa (del 16/04/2021 @ 20:01:46, in Comunicato Stampa, linkato 69 volte)

Saranno realizzati nei prossimi mesi altre condutture di acqua e fogna nera a Galatina, nella frazione di Noha e in Contrada Guidano.

L’Autorità Idrica Pugliese, con la delibera del 31 marzo, ha accolto la richiesta dell’Amministrazione Comunale per realizzare più di 800 metri di rete idrica e quasi 1000 di rete fognaria, in zone nelle quali da decenni veniva sollecitato dai cittadini la realizzazione dei servizi.

Le strade interessate dagli interventi sono:

Via Teramo (rete idrica e fognaria per 83 mt.)

Via Galateo (rete fognaria 10 mt.)

Via Teano (rete idrica 61 mt.)

 
Di Redazione (del 16/04/2021 @ 19:55:39, in Comunicato Stampa, linkato 92 volte)

«Per il 2021 ed il 2022, i Comuni pugliesi che hanno deliberato la procedura di riequilibrio finanziario e che alla data di entrata in vigore della legge risultano avere il piano di riequilibrio approvato e in corso di attuazione riceveranno un totale di €36.209.315.
Nel dettaglio, nel biennio, i comuni pugliesi che riceveranno questi contributi sono: , Andria 29.683.148,66; Foggia 381.954,42 , Margherita di Savoia (BAT) 4.316.659,01; Sannicando di Bari 449.666; Lizzanello (LE) 55.198,16 e Galatina (LE) 1.322.689,07».

Ad annunciarlo il portavoce salentino alla Camera dei Deputati del M5S, Leonardo Donno.

«In Provincia di Lecce, quindi, in arrivo quasi un milione e 400 mila euro così suddivisi: €1.322.689,07 al Comune di Galatina, a fronte di un deficit in bilancio da ripianare di 6.661.330,76 di euro; €55.198,16 vanno invece al Comune di Lizzanello, a fronte di €675.994,44 di deficit nelle casse comunali.
Lo stanziamento è frutto di una norma fortemente voluta dal MoVimento 5 Stelle ed approvata nella Legge di Bilancio di Dicembre, grazie al lavoro del collega Tucci, della Commissione Bilancio della quale sono componente e della Viceministra dell’Economia e delle Finanze Laura Castelli. Questi fondi rappresentano indubbiamente una boccata d'ossigeno per le casse comunali e alimentano la speranza che, attraverso una oculata gestione delle finanze, queste città possano nel medio termine uscire dalle sabbie mobili contabili che ne impediscono una normale gestione amministrativa ed una seria programmazione futura.
Il primo comma dell'articolo 142 della legge, nel prevedere la costituzione di un fondo con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2021 e di 50 milioni di euro per l’anno 2022, rispondeva alla necessità di obbedire alle sollecitazioni pervenute dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 115 del 2020, per assicurare il risanamento finanziario dei comuni in deficit strutturale (per situazioni di deficit oggettive, economiche e sociali), finalità queste considerate nell’articolo 53 del decreto-legge n. 104 del 2020.

 
Di Redazione (del 14/04/2021 @ 22:48:05, in Necrologi, linkato 2639 volte)

In questo periodo così funesto per molti, ci mancava giusto la notizia dell'improvvisa scomparsa di Lino Chittano, uno dei tanti testimoni muti della più dignitosa Storia di Noha.

Contadino moderno ma d'altri tempi, Lino era buono come quel pane che si dilettava a produrre insieme ai ragazzi del presepe vivente.

Ci mancherà il suo garbo, la generosità, e l'inconfondibile Ford color terra rossa di Salento dalla quale lo vediamo ancora oggi mentre ci saluta cordialmente con la mano, o più spesso con un cenno del capo e il sorriso sotto i baffi.    

Noha.it, sicura di interpretare i sensi del cordoglio di tutta la comunità, abbraccia con affetto la moglie Antonella, i figli Giusy, Roberta e Antonio, gli altri famigliari, e tutti gli amici del povero Lino.

 
Di Redazione (del 13/04/2021 @ 23:18:46, in Comunicato Stampa, linkato 142 volte)

Sono state due giornate intense quelle appena trascorse al Centro Polivalente di Viale Don Bosco. Giornate frenetiche e piene, in cui tutti ci siamo preoccupati che ogni cosa procedesse secondo i piani e non ci fossero intoppi di alcun tipo.
Solo ora, al termine della seconda giornata, mi fermo un attimo per fare il punto e ringraziare chi si è speso senza se e senza ma, chi ha prestato servizio in prima linea per dare il proprio contributo alla campagna vaccinale, ma anche tutti quei cittadini che ordinatamente, con pazienza, educazione e fiducia nella scienza e nella medicina hanno atteso il loro turno e ricevuto la propria dose di speranza.
Per tirare le somme di queste prime due giornate, comunichiamo che sono state somministrate:
- 174 dosi di vaccino nella giornata di lunedì 12 aprile;
- 231 dosi di vaccino nella giornata di martedì 13 aprile.
Contiamo un totale di oltre 400 cittadini di età compresa tra i 70 e i 79 anni, appartenenti al distretto che ha beneficiato dell’hub messo in piedi dalla nostra amministrazione e gestito dall’Asl di Lecce, che hanno ricevuto la prima dose di vaccino.

 
Di Redazione (del 13/04/2021 @ 23:07:27, in Comunicato Stampa, linkato 486 volte)

Se i dati sono quelli pubblicati oggi a pagina 3 di Quotidiano di Puglia, Galatina ha un inverosimile primato. Occupa il primo posto nella classifica dei “furbetti” della provincia di Lecce che hanno ricevuto la somministrazione della prima dose del vaccino anticovid: sono infatti 771, su un totale di 1753 registrati nella nostra provincia, coloro che sotto la classifica di “Altro” sono stati ammessi tra le categorie con precedenza rispetto ad altre. Queste vaccinazioni sono state effettuate in 23 presso il P.O. S. Caterina Novella e  748 presso in nosocomio cittadino di Via Roma. Il medesimo giornale mette in risalto la circostanza che “Il numero più significativo è quello relativo all’Ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina con 748 vaccinati non riconducibili alle categorie degli operatori sanitari, del personale non sanitario, degli ospiti delle RSA, degli anziani, del personale scolastico e delle forze dell’ordine”. 

 

È vero che bisogna sempre credere nei propri sogni ed essere ambiziosi. E il sogno ora è realtà: si chiama “Cippo mistico” il progetto finanziato dalla Regione Puglia e che si aggiunge agli altri risultati importanti firmati dall’Amministrazione Amante. È un progetto di promozione del patrimonio culturale della Città di Galatina attraverso la street art e la tecnologia, che si svilupperà all’interno del Museo Cavoti. C’è chi pubblicamente esprimeva i suoi dubbi sul progetto senza, di fatto, alcuna motivazione e, in verità, non essendo certi della comprensione dello stesso: dubbi evidentemente smentiti.

Il progetto è stato curato dall’Assessore alla Cultura e al Polo bibliomuseale Cristina Dettù e il tema scelto non poteva che cadere su un aspetto identitario della Città, ossia il tarantismo. Tra le tante leggende che caratterizzano questo mito, una in particolare è stata lo spunto per individuare il tema del progetto. Ernesto De Martino, nel suo saggio La Terra del Rimorso descrive un passaggio del percorso di guarigione di una tarantata:  “ed effettivamente quando nel riquadro del finestrino apparve un certo albero che valeva come mistico cippo confinario, la tarantata ebbe un momento di abbandono”. Da qui nasce l’idea del cippo mistico, come fosse un portale attraversato il quale si accede ad una zona “protetta”, ossia Galatina.

 
Di Redazione (del 12/04/2021 @ 19:15:17, in Comunicato Stampa, linkato 86 volte)

La Giunta Comunale di Galatina ha deliberato le linee guida inerenti la viabilità ciclopedonale, propedeutiche per la partecipazione ad alcuni bandi europei, nazionali e regionali finalizzati al raggiungimento di obiettivi ambientali e climatici di riduzione dell'inquinamento atmosferico ed acustico e di miglioramento della vita.

Dal momento che la Regione Puglia prevede nella Legge n. 1 del 23.01.2013 “Interventi per favorire lo sviluppo della mobilità ciclistica”, in particolare all’art. 5, le Province e i Comuni devono redigere piani per la mobilità ciclistica  con l’obiettivo di strutturare azioni e strategie per trasformare le pratiche d’uso del territorio, l’amministrazione ha ritenuto utile richiedere  un co-finanziamento di 12.000 euro, pari al 50% del valore del progetto, per dotarsi di un piano per la mobilità dolce.

 

"Salviamo gli Ulivi Secolari"...

Categorie News


Catalogati per mese:


Gli interventi più cliccati

Sondaggi


Info


Quanti siamo

Ci sono  persone collegate

Seguici sui Canali di

facebook Twitter YouTube Google Buzz

NOHINONDAZIONI

Calendario

< marzo 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
12
17
18
19
23
25
26
30
       
             

Meteo

Previsioni del Tempo